Donald Trump esce da TheForbes: non è più tra gli uomini più ricchi d'America

Il suo lento declino è iniziato quando ha vinto le elezioni. La rivista gli fa i conti in tasca e se avesse ceduto alle lusinghe di altri mercati adesso sarebbe l'80% più ricco

Martedì 5 Ottobre 2021
Donald Trump esce da TheForbes

Dopo 25 anni, per la prima volta, Donald Trump non è più inserito nella classifica di TheForbes400. L'ex presidente degli Stati Uniti d'America non è più nella lista degli americani più ricchi e influenti del Paese. Dopo il suo ingresso nel 1997, è rimasto stabile fino al 2016, ma il suo declino è iniziato proprio nell'anno in cui ha conquistato la presidenza. Un calo costante e che, dopo 5 anni, lo ha potato fuori dalla lista. Un tracollo che lo ha visto escluso dalla classifica per una cifra attorno ai 400 milioni di dollari.

 

Leggi anche > Lo studio Usa: «Il covid ha triplicato i casi di depressione». Intanto il vaccino Pfizer ha dimezzato la sua efficacia

 

L'ex tycoon non se la passa certo male. Il suo patrimonio è stimato attorno ai 2,5 miliardi di dollari, ma è un patrimonio insufficiente per rientrare nella prestigiosa classifica di TheForbes. E soprattutto è un patrimonio ben lontano da quello che avrebbe potuto avere se avesse agito per tempo. La colpa di questo crollo non è sua, anche se ha fatto male i conti. Durante la pandemia i titoli tecnologici e le criptovalute, i mercati meno tradizionali hanno prosperato, ai danni delle proprietà immobiliari delle grandi città, il campo preferito di Trump.

 

Negli anni non ha mai ceduto alle lusinghe di mercati differenti dal suo campo di battaglia e adesso paga i frutti di una decisione che lo ha portato a non diversificare il suo patrimonio, reinvestendo in mercati molto più fruttuosi. 

 

Trump, dunque, ha fatto male i conti. La rivista Forbes prova a farli bene: se Trump avesse venduto le sue proprietà immobiliari, oggi il suo patrimonio sarebbe attorno ai 7 miliardi di dollari. Secondo la rivista, infatti, considerando anche la peggiore delle ipotesi, ovvero pagare la massima imposta possibile sulle plusvalenze, Trump avrebbe perso circa 1,1 miliardi di dollari. Sottraendoli dal patrimonio iniziale gli sarebbero rimasti 2,4 miliardi. Ora se Trump avesse investito quei 2,4 miliardi in fondi indicizzati, come suggerisce Forbes, la sua fortuna avrebbe toccato i 4,5 miliardi. Tirando le somme: l’ex presidente sarebbe stato l’80% più ricco rispetto a quanto non lo sia ora e non avrebbe perso 2 miliardi di dollari. 

Ultimo aggiornamento: 22:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA