Compra un rudere per una sterlina e lo trasforma nella casa dei sogni: ecco come ha fatto

Donna «senzatetto» compra una casa in rovina: la trasformazione è incredibile, ecco la sua casa da sogno
Donna «senzatetto» compra una casa in rovina: la trasformazione è incredibile, ecco la sua casa da sogno
Domenica 17 Luglio 2022, 20:57
4 Minuti di Lettura

Ha acquistato una casa in rovina per una sterlina, ben 1,18 euro ma la trasformazione è da non credere. Questa la storia di una donna, un'insegnante di yoga di 35 anni che ha sborsato la cifra irrisoria per una casa a schiera fatiscente a Liverpool trasformandola nella casa dei suoi sogni.

Il progetto innovativo

Nel 2015, Maxine Sharples era una studentessa di un master post laurea presso la Liverpool John Moores University, ma non aveva i soldi per comprarsi una casa. E così ha dato vita a quello che, adesso, il consiglio comuncale di Liverpool ha lanciato come uno schema innovativo per la riqualificazione della città. «Homes for a Pound» è l'innovativo progetto che cerca di riportare in vita proprietà fatiscenti e vuote e offrire alle persone una nuova possibilità di entrare nel mercato immobiliare. Lo schema consente alle persone di acquistare una proprietà fatiscente per solo una sterlina. Poi, con i loro soldi e risorse, devono riportare in vita le case nell'ambito di un accordo con il consiglio comunale. Il progetto ha ricevuto l'attenzione nazionale ed è stato al centro di un documentario di Canale 4 nel 2018.

 

Finalmente trasferita

Dopo sette anni di attesa, lavori e fatica, Maxine si è finalmente trasferita nella sua casa da una sterlina. Ma è stato un processo lungo ed estenuante per Maxine, che è stata tecnicamente senzatetto e ha vissuto fuori dalla sua futura casa per anni, all'interno di un camper, durante i lavori di ristrutturazione.

La proroga a causa del Covid

Per anni ha atteso la chiamata per l'assegnazione di una casa del progetto «Homes for a Pound» e finalmente Maxine nel 2019 è stata contattata. Ha poi ricevuto le chiavi della sua casa in Webster Road nel febbraio 2020. Le è stato detto che aveva solo 12 mesi per completare i lavori di ristrutturazione, ma poche settimane dopo il mondo ha fatto i conti con il Covid-19. Per fortuna le è stata data una proroga di un anno in più e si è messa al lavoro.

«Con i commercianti che scarseggiavano, ho iniziato a lavorare molto da sola. Mi sono rimboccata le maniche e ho dato vita alla casa dei miei sogni - ha raccontato Maxine ai media locali -. Ci sono voluti nove mesi per posare tutti i mattoni e ho chiesto in prestito l'elettricità dai miei vicini. I problemi non sono mancati. Un buco nel il tetto ha rallentato tutto perché c'erano infiltrazioni d'acqua e una colonia di topi che ho dovuto mandar via».

Il suo successo

Superate le prime difficoltà, però, Maxine ci ha preso gusto e non solo è diventata la progettista della casa, ma ha anche deciso di ridisegnare completamente la disposizione della casa. «La casa, una terrazza vittoriana con due camere da letto, che era buia e umida. Aveva bisogno di luce per le mie piante e la mia anima. Quindi ho chiesto a un architetto di elaborare la mia idea di capovolgere la casa. Rimuovendo il soppalco e tutte le pareti interne del piano superiore ho creato questo open space a doppia altezza. Avevo un budget di 60mila sterline per rinnovare la casa e ne ho spesi 56mila. Ci sono ancora dei lavoretti che vorrei fare per renderla la casa dei miei sogni, ma costano circa 10mila sterline quindi li farò col tempo. Sono stata un senzatetto per più di due anni, vivendo nel mio camper e non potrei essere più soddisfatta della mia nuova casa. Sono una sostenitrice del programma, è un'idea innovativa e di enorme successo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA