CORONAVIRUS

Donna si suicida pensando di aver trasmesso il covid-19 alla sua famiglia

Sabato 23 Gennaio 2021 di Marta Ferraro
Donna si suicida pensando di aver trasmesso il covid-19 alla sua famiglia

Una donna giapponese di 30 anni che ha contratto il coronavirus si è suicidata durante l'autoisolamento nella sua casa di Tokyo all'inizio di quest'anno, secondo quanto riportato dal giornale locale NHK.

Nonostante non avesse sintomi gravi, la donna era molto preoccupata e mostrava grande apprensione per aver contagiato anche le persone a lei care. Infatti, la defunta viveva con il marito e la figlia, anch'essi risultati positivi. «È imperdonabile che io sia diventata un problema», ha scritto la donna nella sua lettera di addio, incolpandosi del fatto che sua figlia fosse risultata positiva.

Un esperto sull'impatto mentale della diffusione del coronavirus ha sottolineato l'importanza dell'assistenza psicologica per le persone che si stanno riprendendo dalla malattia.

Secondo Ueda Michiko, professore alla Waseda University, molte persone si sentono sotto pressione quando scoprono di aver contratto il virus, poiché pensano di poterlo diffondere o di causare problemi a chi li circonda.

Il tasso di suicidi in Giappone è cresciuto del 16% durante la seconda ondata di pandemia, secondo uno studio della Hong Kong University of Science and Technology e del Tokyo Metropolitan Institute of Gerontology. Gli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Nature Human Behaviour, sottolineano che tale aumento raggiunge il 37% nel caso delle donne, soprattutto casalinghe, aumento di circa cinque volte superiore a quello registrato tra gli uomini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA