In Islanda diventa illegale pagare di meno le donne rispetto agli uomini

Una nuova legge in Islanda ha messo nero su bianco che pagare le donne meno degli uomini è diventato illegale. Il decreto rende effettiva la novità legislativa introdotta l'anno corso. In pratica le aziende che hanno più di 25 dipendenti, ora dovranno ottenere una sorta di certificazione per dimostrare pagamenti equi, a parità di posizione e funzioni.

Con questo nuovo passaggio il governo islandese si conferma essere uno dei migliori del mondo in fatto di lotta al divario economico tra maschi e femmine. Dagni Osk Aradottir Pind, una delle guide dell'associazine sui diritti umani femminili, ha commentato che «la legislazione resta un meccanismo di base che le organizzazioni e le strutture aziendali devono osservare per valutare il lavoro. Un meccanismo che viene utilizzato a garanzia di un cammino di uguaglianza». Il provvedimento legislativo ha avuto il sostegno in parlamento della coalizione di centro destra e, nello stesso tempo, dell'opposizione. Un passaggio che non è risultato troppo difficile anche perchè le esperte giuridiche in Parlamento sono circa il 50%.
Lunedì 3 Giugno 2019, 09:48 - Ultimo aggiornamento: 03-06-2019 12:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP