Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

MARIO DRAGHI

Ucraina, Draghi a Versailles: «L'Italia non è recessione, ma ha rallentato»

Giovedì 10 Marzo 2022
Ucraina, Draghi a Versailles: «L'Italia non è recessione, ma ha rallentato»

Serve il cessate il fuoco. Lo ribadisce anche Mario Draghi che sta partecipando al vertice europeo di Versailles. «Ho avuto un lungo incontro con Macron. Italia e Francia sono allineate con l'Ue», dice il premier. «Abbiamo chiesto tante volte, insieme, al presidente Putin di cessare le ostilità e in particolare i bombardamenti sui civili. Continueremo a farlo», ha aggiunto. L'impatto maggiore della guerra tra Russia e Ucraina sarà «sulle strutture in Ucraina: questo comporterà costi per l'economia europea. Ma la risposta non è allentare la pressione sul presidente Vladimir Putin: la risposta è lavorare insieme, sostenere le nostre economie, sostenere il potere d'acquisto delle famiglie, sostenere le nostre imprese», ha spiegato Draghi. 

Se lo sforzo economico dell'Ue può essere finanziamento con debito comune? «Ne parleremo oggi pomeriggio ma ripeto l'Italia e la Francia sono allineate» all'Europa «anche su questo fronte». Lo dice il premier Mario Draghi da Versailles.  L'Italia, ha detto, non è in recessione ma sta registrando un rallentamento. «La nostra economia non è in recessione, continua a crescere. C'è stato un rallentamento». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, arrivando a Versailles per il vertice Ue informale, ai cronisti che gli chiedono se l'economia italiana rischi la recessione.

«Quello che ho detto in Consiglio dei ministri è che dobbiamo affrontare queste strozzature nell'offerta, questa mancanza di materie prime subito, in tutti i settori, sostenendo famiglie e imprese e anche diversificando le fonti di approvvigionamento», ha detto. 

Ucraina, Eni sospende contratti acquisto petrolio da Russia

Pane e pasta. «I cereali come il metano, serve un granaio comune Ue», l'allarme dei consorzi agricoli

Nucleare in Italia, l'apertura di Draghi. «E sull'energia più aiuti»

Ultimo aggiornamento: 22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA