​Elezioni Usa 2020, testa a testa Trump-Biden: che cosa sappiamo finora

Mercoledì 4 Novembre 2020 di Flavio Pompetti
​​Elezioni Usa 2020, testa a testa Trump-Biden: che cosa sappiamo finora

NEW YORK Too close to call, troppo ravvicinati per un verdetto. La frase viene ripetuta su tutte le reti televisive in questa notte dello spoglio del voto presidenziale, che si sta annodando intorno a risultati che ancora una volta sorprendono, e ribaltano le previsioni della vigilia. Una su tutte: Trump non accusa all’uscita delle urne il distacco che i sondaggi gli attribuivano, e in alcuni casi si sta avvicinando a sovvertire il pronostico. L’altra è che Biden a quattro ore dalla chiusura dei primi seggi non ha ancora conquistato nessuno degli stati i cui voti elettorali sono indispensabili per dargli la vittoria. Trump sembra avviato a vincere in Florida.

La comunità dei cubani di Miami e i latini dello stato del sud gli stanno consegnando l’avanzata nelle aree urbane del sud est, che potrebbe essere sufficiente per chiudere la partita. Il presidente accusa qualche perdita nelle cittadine della costa del golfo del Messico, terra di pensionati tradizionalmente conservatori, ma compensa abbondantemente con l’avanzata a Miami e a Fort Lauderdale. Tra gli stati in bilico ha conservato il controllo della Carolina del Sud e sembra vicino a confermare il risultato in Georgia. Si sta battendo testa a testa nella Carolina del Nord e in Ohio. Lo scenario che si sta delineando sulla costa atlantica spinge l’ago della bilancia sempre più a ovest, in cerca di conferme.

Lo spoglio in Michigan, Wisconsin e Minnesota è ancora troppo indietro per dare delle indicazioni, ma l’Arizona lancia un segnale di incoraggiamento per Biden, e il Colorado ha da poco confermato il primo furto democratico di un seggio senatoriale. La notte elettorale si allunga e la tensione sale ancora di grado. Negli exit polls è possibile leggere che Biden ha fatto breccia nel blocco dei lavoratori bianchi, la cui rabbia per i danni che avevano subito con la globalizzazione sollevò Trump verso la Casa Bianca. Trump sta guadagnando spazio tra i latini, e ha aperto anche una piccola breccia tra gli afro americani. Le donne e i giovani elettori sono in grande maggioranza schierate con Biden, ma nessuno di questi trend è abbastanza marcato da indicare il vincitore.

Ultimo aggiornamento: 15:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA