Fahim Saleh, il fondatore delle startup Gokada ucciso da un killer: il corpo smembrato con una sega elettrica

Mercoledì 15 Luglio 2020

Un corpo smembrato, sezionato in più parti racchiuse in bustine di plastica, la sega elettrica con cui era stato tagliato ancora attaccata alla corrente. E' questa la scena da film horror che si sono trovati davanti gli investigatori di New York. Il 33enne Fahim Saleh, guru delle startup, è stato decapitato e smembrato  nel suo lussuoso appartamento. Il corpo martoriato è stato scoperto dalla sorella, allarmata per la scomparsa dopo non aver ricevuto notizie dal fratello per un giorno interno.

Le "stanze degli orrori" sul deep web: 17enni pagavano per vedere bimbi uccisi in diretta

 


Prima di essere ucciso l’imprenditore milionario bengalese, fondatore della startup per motociclisti «Gokada», è stato ripreso dalle telecamere nell’edificio del suo appartamento nel Lower East Side recentemente acquistato per 2,2 milioni di dollari. La vittima è entrata in ascensore seguita dal killer che indossava guanti, cappello e una maschera sul viso: «Il criminale aveva una valigia - ha dichiarato una fonte della polizia al New York Daily News -. Era una persona molto professionale» . La polizia: «Non abbiamo un movente» La dinamica ha portato gli inquirenti a credere che l’omicidio sia stato eseguito da un professionista. Le parti del corpo sono state ritrovate impacchettate in diversi sacchetti di plastica insieme ad una sega elettrica ancora attaccata alla corrente. Per ora la polizia dichiara: «Abbiamo un corpo smembrato, una testa, braccia e gambe. Tutto è ancora sulla scena del crimine. Non abbiamo un movente».

 
 
 

Ultimo aggiornamento: 16:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche