Ucciso il generale russo Rezantsev. Alle sue truppe aveva detto: «La guerra finirà rapidamente»

Ucciso settimo generale russo. Alle sue truppe aveva detto: «La guerra finirà rapidamente»
Ucciso settimo generale russo. Alle sue truppe aveva detto: «La guerra finirà rapidamente»
Venerdì 25 Marzo 2022, 16:27 - Ultimo agg. 27 Marzo, 09:31
3 Minuti di Lettura

Vladimir Putin ha perso un altro generale in Ucraina. Secondo fonti militari di Kiev, sarebbe stato ucciso durante un agguato il tenente generale Yakov Rezantsev, di 48 anni: era comandante della 49esima armata del distretto militare meridionale. Ancora non è arrivata una conferma dalla parte russa, come però è già successo spesso nei precedenti casi di generali morti in battaglia nel durante l'invasione. Secondo la testimonianza di un soldato - raccolta dal Mirror - Rezantsev il quarto giorno di invasione aveva detto alle sue truppe che la guerra sarebbe finita rapidamente. «Sapete cosa ci ha detto? Che non era un segreto per nessuno che sarebbero mancate solo poche ore alla fine di questa operazione speciale». 

Zhirinovsky è morto di Covid? Aveva previsto data e ora dell'invasione dell'Ucraina. Ma per il Cremlino «è ancora vivo»

Perché muoiono così tanti generali russi?

Il Cremlino sembra irritato per l'enorme perdita dei suoi massimi generali, secondo alcuni conti arrivati a sette comandanti. E i motivi sarebbero diversi: innanzitutto le apparecchiature elettroniche di comunicazione sembrano inaffidabili, costringendo così i generali a muoversi in prima persona. I subordinati, poi, sarebbero terrorizzati dal prendere decisioni rapide. 

Secondo l'ex generale dell'esercito americano e direttore della CIA David Petraeus, l'Ucraina ha «ottimi cecchini» in grado di centrare obiettivi chiave quando la catena di comando russa si rompe. «Le comunicazioni sono state bloccate - ha detto -. La colonna viene interrotta e un generale impaziente va avanti per vedere cosa sta succedendo. Non c'è iniziativa, nessun corpo di sottufficiali, nessun senso di iniziativa a livello junior. Aspettano che gli venga detto cosa fare e gli ucraini hanno cecchini molto, molto bravi». Un diplomatico anonimo ha anche detto a Foreign Policy che i generali «stanno lottando in prima linea per portare a termine i loro ordini». Secondo diversi analisti i comandanti russi stanno subendo un tasso di vittime più elevato rispetto a qualsiasi conflitto dalla seconda guerra mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA