Gerasimov, il capo delle forze armate assente alla parata del 9 maggio: «Potrebbe essere ferito in Ucraina»

Lunedì 9 Maggio 2022
Russia, giallo su Gerasimov, il capo delle forze armate assente alla parata: «potrebbe essere ferito in Ucraina»

A volte un'assenza può essere molto più significativa di una presenza. Alla maestosa parata militare che si è svolta questa mattina alla Piazza Rossa per commemorare il giorno della Vittoria non c'era il generale Valery Gerasimov, il capo dello stato maggiore delle forze armate russe. Un dettaglio che non è sfuggito agli osservatori internazionali che ora si domandano che fine abbia fatto il braccio destro di Putin in Ucraina. 

Valery Gerasimov, chi è il generale di Putin 

Il generale Valery Gerasimov è il capo dello stato maggiore delle forze armate russe ed è considerato una delle delle menti che ha pianificato l'invasione russa dell'Ucraina, insieme al presidente Vladimir Putin e al ministro della Difesa Sergei Shoigu.

Le ultime notizie sul generale risalgono a una settimana fa, quando il 30 aprile i media internazionali hanno dato notizia della sua visita in Ucraina presso la prima liena delle forze russe. Gerasimov è ad oggi il generale di più alto grado a andare sul campo in Ucraina e secondo il New York Times la sua visita sarebbe il sintomo di problemi interni all'esercito russo, in difficoltà nella conquista dei territori ucraini orientali.

 

Giallo sul generale: ferito in Ucraina? 

Il 30 aprile i funzionari ucraini hanno riferito di aver attaccato la postazione dove si trovava Gerasimov nella città russa di Izium e di aver ucciso 200 uomini e un generale. Subito si è diffusa l'ipotesi che il generale sarebbe rimasto ferito o addirittura ucciso nell'attacco. La notizia però non ha trovato conferme ufficiali dal Cremlino, che non ha commentato nè diffuso notizie sullo stato di salute del generale.

Secondo alcune fonti russe il militare aveva già lasciato la postazione al momento dell'attacco e si sarebbe dunque salvato. Nel dettaglio i blogger militari russi noti come Conflict Intelligence Team (CIT) hanno riportato che due elicotteri da trasporto Mi-8 e tre elicotteri d'attacco Ka-52 sono arrivati ​​all'aeroporto sotto stretta sicurezza domenica 1 maggio e Ruslan Leviev, fondatore del CIT ha scritto su Twitter che "Una fonte conferma che è stato Gerasimov a volare. Ma si è imbarcato da solo, vivo e in salute".

Tuttavia, la sua assenza alla parata militare del 9 maggio getta nuovi dubbi e ombre sul suo stato di salute. Che sia l'ennesimo generale di alto grado russo caduto in battaglia? 

 

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA