LA GIORNATA

Guerra Ucraina, diretta. Putin introduce legge marziale nelle regioni annesse. Erdogan chiama Zelensky: «Riaprire i negoziati»​

Guerra Ucraina, diretta
Guerra Ucraina, diretta
Mercoledì 19 Ottobre 2022, 07:41 - Ultimo agg. 20 Ottobre, 14:56

Ucraina: "Da domani elettricità razionata in tutto il Paese"

Restrizioni sull'approvvigionamento di elettricità verranno introdotte in tutta l'Ucraina a partire da domani. Lo ha annunciato un consigliere della presidenza ucraina dopo che una serie di attacchi russi hanno preso di mira infrastrutture energetiche. «Domani, 20 ottobre 2022, restrizioni per l'approvvigionamento di elettricità saranno introdotte in tutta l'Ucraina», ha annunciato su Telegram Kyrylo Timochenko, che ha fatto appello ai cittadini ucraini a «minimizzare i consumi».

Draghi: Consiglio Ue per riaffermare condanna unita a Mosca

Il Consiglio Ue, tra le altre cose «mira» a «riaffermare l'unità dei 27 stati membri nel condannare il recente intensificarsi degli attacchi da parte russa» e «nel sostenere l'indipendenza, l'integrità territoriale e la sovranità dell'Ucraina». «Il pieno sostegno dell'Ue all'Ucraina comprende la dimensione politica, finanziaria, militare, umanitaria e giuridica; l'attuazione delle sanzioni; il contributo alla piena attuazione delle iniziative internazionali volte ad assicurare l'esportazione di grano ucraino». Lo riporta la relazione del premier Mario Draghi trasmessa alle Camere in vista del prossimo Consiglio Ue.

Biden: Putin brutalizza ucraini perché in forte difficoltà

«Vladimir Putin si trova in una situazione incredibilmente difficile e il suo unico strumento è brutalizzare i cittadini ucraini»: lo ha detto il presidente Usa Joe Biden rispondendo ad una domanda dopo aver annunciato il rilascio di altri 15 milioni di barili di petrolio dalle riserve strategiche.

Ucraina, Erdogan a Zelensky: "Rilanciare i negoziati"

La Turchia è pronta ad offrire qualsiasi contributo per porre fine alla guerra attraverso negoziati che guardino a una soluzione diplomatica. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, come riporta Anadolu, durante una telefonata con l'omologo ucraino Volodymyr Zelensky.

Legge marziale potrà essere estesa "a tutti i territori russi se necessario"

La legge marziale imposta dalla Russia nelle quattro regioni ucraine annesse il mese scorso potrà essere estesa a qualsiasi parte del territorio della Federazione «se sarà necessario». Lo prevede il decreto firmato oggi dal presidente Vladimir Putin, secondo quanto riferisce il Guardian.

Kiev: "Razzi russi colpiscono centrale termica nel sud est"

I russi hanno colpito la centrale termica Burshtynskaya TPP nella regione di Ivano-Frankivsk, nel sud est dell'Ucraina, ed è scoppiato un incendio. Lo sostiene Svitlana Onyshchuk, capo dell'amministrazione militare regionale di Ivano-Frankivsk, come riporta Unian. «Oggi, la nostra regione è stata nuovamente colpita da razzi. Hanno colpito la Burshtynskaya TPP provocando un incendio. Tutti i servizi stanno lavorando, i soccorritori sono sul posto», ha detto aggiungendo che non ci sono vittime.

Berlusconi incontra Salvini

Il leader della Lega Matteo Salvini, a quanto si apprende, ha visto a pranzo il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Kiev: "Russi fanno fuoco sulle ambulanze a Kharkiv"

I militari russi hanno aperto il fuoco sulle ambulanze nella comunità di Dvorichna, nella regione di Kharkiv, nell'Ucraina orientale. Lo ha scritto su Facebook il Centro per le cure mediche d'emergenza e la medicina dei disastri del Consiglio regionale di Kharkiv, come riferisce Ukrinform. «Il nemico continua a seminare il terrore tra i civili nelle aree liberate di Kharkiv con attacchi missilistici. Nel bombardamento di oggi del distretto di Dvorichna, tre veicoli specializzati in servizi medici di emergenza sono stati gravemente danneggiati, alcuni dipendenti del Servizio di emergenza sono rimasti feriti».

Putin limita movimenti in 8 regioni al confine con l'Ucraina

Nel suo intervento al Consiglio di sicurezza russo, il presidente Vladimir Putin ha emesso un decreto che limita i movimenti dentro e fuori otto regioni confinanti con l'Ucraina. Le misure si applicano alle regioni meridionali di Krasnodar, Belgorod, Bryansk, Voronezh, Kursk e Rostov e ai territori di Crimea e Sebastopoli, che la Russia ha annesso nel 2014. Lo riporta il Guardian.

Putin: "Preparare Consiglio speciale per la guerra"

Il presidente russo Vladimir Putin ha detto di aver incaricato il governo di preparare una bozza di decreto sull'istituzione di un Consiglio speciale di coordinamento «sotto il Consiglio dei ministri» per «soddisfare le esigenze emerse nel corso dell'operazione militare speciale»: lo scrive l'agenzia Interfax.

Kiev, il sindaco: "Abbattuti diversi missili russi"

Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha annunciato che «diversi missili russi» sono stati abbattuti sulla capitale ucraina dalle batterie di difesa aerea. In precedenza erano state sentite esplosioni in città.

Khamenei: "Nostri droni portano onore all'Iran"

«Pochi anni fa, quando immagini di missili avanzati e droni furono pubblicate, dicevano che erano modificate con photoshop. Ora dicono che i droni iraniani sono pericolosi e chiedono perché li vendiamo a questo o a quello. Queste imprese sono state compiute dalle élite iraniane, portano onore al nostro Paese». Lo ha affermato sul suo account twitter la Guida suprema dell'Iran, Ali Khamenei, in riferimento alle critiche dell'Occidente e di Kiev all'Iran per l'utilizzo di droni iraniani da parte della Russia nel conflitto in Ucraina.

Putin introduce legge marziale nelle regioni annesse

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto in base al quale la legge marziale viene introdotta nelle quattro regioni ucraine che la Russia ha annesso illegalmente: quelle di Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia e di Kherson. Lo riporta la Tass.

Bielorussia afferma di non essere in grado di ripagare il debito a causa delle sanzioni

La Bielorussia ha dichiarato di non essere in grado di ripagare il suo debito denominato in valuta estera a causa delle sanzioni impostele dall'Unione Europea e dagli Stati Uniti. La Banca mondiale ha dichiarato lunedì di aver posto tutti i prestiti concessi dal suo principale braccio di prestito alla Bielorussia nello stato di "non performanti" con effetto immediato, citando pagamenti scaduti per un importo di 68,43 milioni di dollari.

Israele: «Al fianco di Kiev ma non forniremo armi»

La politica di Israele nei confronti dell'Ucraina «non cambierà»: a fianco di Kiev ma «non saranno fornite armi». Lo ha detto il ministro della Difesa Benny Gantz che ha incontrato gli ambasciatori Ue confermando «il sostegno e la permanenza di Israele» a fianco dell'Occidente. Gantz ha poi detto che Israele offrirà a Kiev «sistemi di allerta precoci per i civili».

Mosca: eliminate forze Kiev vicino centrale Zaporizhzhia

Le forze russe hanno eliminato la forza d'assalto ucraina vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia uccidendo più di 90 soldati e distruggendo 14 imbarcazioni: lo hanno reso noto i vertici dell'esercito russo, sottolineando che alla centrale non ci sono state vittime o danni e che i livelli di radioattività sono normali. Lo riporta la Tass. Allo stesso tempo, il fornitore statale russo di energia nucleare Rosatom ha fatto sapere che la situazione alla centrale è «assolutamente sotto controllo». In precedenza le autorità russe avevano reso noto di avere sventato due tentativi ucraini di prendere il controllo dell'impianto.

Allarme aereo in molte regioni dell'Ucraina

Allarme aereo in buona parte delle regioni dell'Ucraina: da Kiev a Odessa. Le sirene stanno risuonando anche a Mykolaiv e Poltava, Chernihiv, Zaporozhzhia, Kirovograd e Cherkasy. Lo afferma Sergei Bratchuk, consigliere del capo dell'amministrazione militare regionale di Odessa, come riporta Ria Novosti. «Allarme. Tutti nei rifugi», ha scritto sul suo canale Telegram Bratchuk.

 

Filorussi: esercito Kiev ha iniziato offensiva a Kherson

Le Forze armate ucraine «hanno iniziato un'offensiva in direzione di Novaya Kamenka-Berislav nella regione di Kherson». Sul campo ci sono «fino a due battaglioni di fanteria della 128ma brigata d'assalto e un battaglione di carri armati della 17ma brigata», ha dichiarato il vice capo dell'amministrazione regionale filorussa Kirill Stremousov, citato dall'agenzia Interfax. «I preparativi hanno preceduto l'attacco offensivo. Ci sono molti droni ucraini a raggio intermedio e un aereo da ricognizione», ha detto Stremousov.

Erdogan: «In Turchia hub internazionale gas per rifornire Europa»

In Turchia «sarà creato un hub internazionale del gas per fornire gas all'Europa». Lo afferma il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, secondo quanto riporta la Tass, facendo riferimento al gasdotto proposto la settimana scorsa dal presidente russo Vladimir Putin al leader turco.

Kiev: russi evacuano Kherson per poi bombardarla

Secondo il capo dell'amminisstrazione militare regionale di Mykolayiv Vitaly Kim «i russi si stanno preparando a bombardare Kherson, che è occupata da loro». «Stanno evacuando la popolazione, dicono che le forze armate ucraine spareranno, colpiranno Kherson. Ma conoscendo le tattiche russe ho la sensazione che i russi si stiano preparando a colpire Kherson», ha detto Kim, citato da Unian.

Filorussi, 40% residenti Kherson evacuato

Il 40% circa dei residenti della regione di Kherson è stato evacuato. Lo ha dichiarato il governatore ad interim Volodymyr Saldo, come riporta Ria Novosti.

Papa Francesco: «Ucraina martoriata da torture e distruzioni»

Il Papa denuncia ancora una volta le «torture», e le «distruzioni» della guerra in Ucraina. «Torniamo col pensiero alla martoriata Ucraina e preghiamo - dice Bergoglio a braccio al termine dell'udienza generale - preghiamo per le cose brutte che stanno succedendo lì: le torture , le morti, la distruzione».

 

Filorussi: in una settimana 60mila evacuati da Kherson

Le autorità filorusse della regione di Kherson hanno in programma di evacuare circa 50.000-60.000 persone sulla riva sinistra del fiume Dnepr entro una settimana. Lo ha dichiarato il governatore ad interim Volodymyr Saldo in onda su Solovyov Live, come riporta Ria Novosti. Il comandante del Gruppo Integrato di Forze Armate russe in Ucraina, il generale dell'esercito Sergey Surovikin, ha dichiarato ieri che le forze Armate russe erano in possesso di informazioni secondo cui Kiev stava preparando un massiccio attacco missilistico contro la diga della centrale idroelettrica di Kakhovka.

Kiev: migliaia di truppe dispiegate vicino a regione Kherson

Le forze armate ucraine hanno accumulato equipaggiamenti militari vicino alle regione di Kherson, nel sud del Paese, con decine di migliaia di truppe già dispiegate lungo la linea di contatto: lo ha detto oggi all'emittente tv Soloviev Live il vice governatore Kirill Stremousov. Lo riporta la Tass. «Decine di migliaia di truppe e un gran numero di equipaggiamenti militari sono stati finora dispiegati vicino alla regione di Kherson», ha affermato. Ieri sera il comandante delle forze russe in Ucraina, generale Serghei Surovikin, ha ammesso che la situazione militare e tattica nella regione «è complicata» ed ha sottolineato che le truppe russe si preparano ad evacuare la popolazione civile da Kherson già annunciata a causa dell'offensiva ucraina.

Bielorussi verifica cittadini idonei a servizio militare

Il ministero della Difesa della Bielorussia ha dichiarato di aver iniziato a convocare i cittadini per verificare la loro idoneità al servizio militare, ma ha specificato che non sta pianificando la mobilitazione. Lo riporta il Guardian.

Von der Leyen: «Attacchi attuali crimini di guerra»

«Gli attacchi mirati della Russia contro le infrastrutture civili stanno segnando un nuovo capitolo di una guerra già crudele. L'ordine internazionale è chiaro. Questi sono crimini di guerra. Attacchi mirati contro le infrastrutture civili con il chiaro obiettivo di privare uomini, donne e bambini di acqua, elettricità e riscaldamento con l'arrivo dell'inverno. Questi sono atti di puro terrore. E dobbiamo chiamarli come tali». Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen al Parlamento Europeo.

Kiev: russi saccheggiano musei e bruciano libri ucraini

Nelle aree occupate i russi stanno saccheggiando i musei e bruciando i libri in lingua ucraina: lo afferma lo Stato maggiore dell'esercito ucraino nel suo report della mattina, come riporta Ukrinform. «Gli invasori distruggono il patrimonio culturale ucraino nei territori occupati, saccheggiando musei e bruciando i libri di letteratura ucraina», si legge nel report. Il Ministero della Cultura e della Politica dell'Informazione ha documentato più di 500 casi di crimini di guerra russi contro il patrimonio culturale ucraino.

 

Mosca: sventato tentativo Kiev cattura centrale Zaporizhzhia

Le forze ucraine hanno cercato di sbarcare a Energodar con almeno 30 imbarcazioni per impadronirsi della centrale nucleare di Zaporizhzhia attualmente sotto il controllo russo, ma l'attacco è stato sventato. Lo hanno reso noto le autorità russe, secondo quanto riporta la Tass. Energodar è la cittadina che ospita l'impianto.

Energodar parzialmente senza energia per bombardamenti russi

Energodar, città dove ha sede la centrale nucleare di Zaporizhzhya, è stata nuovamente bombardata nella notte. Lo ha comunicato su Telegram il ha detto il sindaco Dmytro Orlov, precisando che, a causa dell'attacco, «la città è parzialmente priva di elettricità e acqua. I bombardamenti, prima della zona industriale, e poi della città stessa, sono iniziati intorno a mezzanotte e non si sono fermati stamattina».

 

 

Intelligence Gb: rimossi 4 generali russi su 5 con comando operativo

Quattro dei cinque generali con comando operativo diretto su elementi relativi all'invasione russa del febbraio 2022 sono stati rimossi dai loro incarichi. Lo sottolinea l'intelligence britannica, nell'ultimo rapporto sulla situazione in Ucraina divulgato dal ministero della Difesa di Londra. «I sostituti di questi generali finora hanno fatto poco per migliorare le prestazioni sul campo di battaglia. La mancanza di continuità a livello di comando è probabilmente più dirompente che in un esercito occidentale perché secondo la dottrina russa la messa a punto dei piani spetta in gran parte personalmente al comandante, piuttosto che ad uno staff più ampio impegnato in uno sforzo collettivo».

Kiev: abbattuti 12 droni kamikaze nella Regione di Mykolaiv

Le forze ucraine hanno abbattuto durante la notte 12 droni russi Shahed-136 di fabbricazione iraniana nella regione di Mykolaiv, nel sud del Paese: lo ha reso noto il governatore della regione, Vitaliy Kim, che cita il Comando operativo ucraino meridionale. Undici droni sono stati abbattuti dalla difesa aerea e un altro è stato colpito dalle truppe della Guardia Nazionale. Lo riporta il Kyiv Independent.

Aiea: ripristinata linea elettrica a centrale Zaporizhzhia

La centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia ha ripristinato la connessione all'ultima linea elettrica da 750 kilovolt rimasta in funzione, dopo la terza interruzione in dieci giorni. Lo ha reso noto in un comunicato il capo dell'Aiea, Rafael Grossi. «Le ripetute interruzioni dimostrano quanto sia precaria la situazione della sicurezza nucleare nella più grande centrale nucleare europea durante l'attuale conflitto militare in Ucraina», ha dichiarato Grossi ribadendo la «necessità di istituire una zona di protezione per la sicurezza nucleare intorno all'impianto, a seguito dei frequenti bombardamenti che hanno interessato la centrale o le sue vicinanze negli ultimi mesi».

 

Kiev: ancora attacchi russi contro infrastrutture energia

Le forze russe hanno colpito nella notte un impianto energetico a Kryvyi Rih, nella regione di Dnipropetrovsk, nell'Ucraina meridionale: lo ha reso noto su Telegram questa mattina il capo dell'amministrazione militare cittadina, Oleksandr Vilkul, come riporta il Kyiv Independent. Diversi villaggi nel distretto e in un'area della città sono rimasti senza elettricità. Kryvyi Rih era stata attaccata dai russi anche ieri.

Il comandante Surovikin: «Non escludiamo decisioni difficili»

La situazione al fronte è «tesa», ha affermato il comandante delle forze russe impegnate nell'operazione speciale, Sergei Surovkin, confermando che i civili di Kherson sono «ridislocati» dalla città. «Il nemico continua ad attaccare le posizioni delle forze russe. Ulteriori azioni a Kherson dipenderanno dagli sviluppi tattici e militari della situazione, che non è facile. Non possono essere escluse decisioni difficili», ha affermato.

Guerra in Ucraina, la giornata in diretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA