LA GUERRA

Guerra in Ucraina, Russia: «Attacco alla nostra ambasciata a Varsavia. Lanciate molotov»

Gli aggiornamenti minuto per minuto sul conflitto

Guerra in Ucraina, le ultime notizie. Raid russi su tutto il Paese, esplosioni a Odessa e Kiev
Guerra in Ucraina, le ultime notizie. Raid russi su tutto il Paese, esplosioni a Odessa e Kiev
Giovedì 17 Novembre 2022, 09:32 - Ultimo agg. 18 Novembre, 06:14

Molotov contro ambasciata russa a Varsavia

Il ministero degli Esteri russo ha denunciato il lancio di una bottiglia molotov contro la propria ambasciata Varsavia. «Soggetti non identificati hanno tentato in due occasioni di attaccare la nostra missione diplomatica a Varsavia», afferma un comunicato del portavoce aggiunto, Ivan Nechaev, nel quale si lamenta anche come la polizia polacca non sia intervenuta quando c'è stato il lancio di «una bottiglia con un contenuto incendiario». «Chiediamo alla Polonia di garantire la sicurezza delle missioni diplomatiche e consolari russe», prosegue il comunicato che chiede l'apertura di una inchiesta e l'arresto dei responsabili.

Aiea contro Russia: "Basta azioni su siti nucleari"

Il Consiglio dei governatori dell'AIEA ha adottato una nuova risoluzione che invita la Russia a ritirarsi dalla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia e a interrompere le sue azioni contro i siti nucleari, hanno dichiarato fonti diplomatiche. Il testo, presentato da Canada e Finlandia, è stato approvato da 24 dei 35 Stati del Consiglio, hanno dichiarato due diplomatici. Russia e Cina hanno votato contro.

Raid russo a Zaporizhzhia: almeno 7 morti

È di almeno sette morti il bilancio delle vittime dell'attacco missilistico russo su Vilniansk, nella regione di Zaporizhzhia. I soccorritori hanno trovato i corpi di sette persone sotto le macerie di un edificio colpito da un missile russo a Vilniansk. Lo ha detto il vice capo dell'ufficio presidenziale ucraino, Kyrylo Tymoshenko, riferisce Ukrinform. «Decine di soccorritori, volontari e servizi di pubblica utilità stanno ancora lavorando sul sito - ha aggiunto -. I corpi di sette persone sono stati rimossi dalle macerie».

Kuleba: "I nostri esperti sono arrivati in Polonia per il missile"

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha reso noto di avere parlato con oggi il suo omologo polacco Zbigniew Rau. «L'Ucraina e la Polonia coopereranno in modo costruttivo e aperto sull'incidente causato dal terrorismo missilistico russo contro l'Ucraina - ha affermato su Twitter -. I nostri esperti sono già in Polonia. Ci aspettiamo che ottengano rapidamente l'accesso al sito in collaborazione con le forze polacche». Zelensky aveva chiesto ieri che una squadra ucraina partecipasse alle indagini guidate da esperti polacchi e Usa a Przewodow, a circa quattro miglia dal confine ucraino.

Cnn: "Usa a corto di armi inviate in Ucraina"

Gli Stati Uniti sono «a corto» di armi e munizioni dopo aver rifornito per mesi le forze dell'Ucraina. Lo riferiscono tre funzionari alla Cnn. Dall'inizio dell'invasione della Russia, lo scorso febbraio, Washington ha inviato a Kiev assistenza militare per 18 miliardi di dollari. Il Pentagono ha sempre assicurato che le scorte Usa sono rifornite e qualche giorno fa ha annunciato di aver aggiudicato contratti per un valore di oltre 520 milioni di dollari al gigante della difesa Lockheed Martin per sostituire i sistemi missilistici inviati in Ucraina.

 

Tajani: nuovo attacco su Kiev è un brutto segnale

«Oggi i segnali sono negativi», perché «il nuovo attacco russo contro la capitale ucraina è un brutto segnale da parte della Russia». Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani alla Farnesina, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sull'Ucraina.

Mosca: non rinunciamo ai territori dell'Ucraina annessi

La Russia non intende rinunciare ai territori in Ucraina recentemente annessi al suo territorio. Lo ha affermato il vice ministro degli Esteri Serghei Ryabkov in un'intervista televisiva ripresa dall'agenzia Tass. «Siamo incrollabili nella nostra posizione che prevede certamente la nostra integrità territoriale con tutti i territori ammessi recentemente», ha detto Ryabkov.

Zelensky: pace si raggiunge con più pressione su Putin

«La pace in Ucraina è un bisogno globale. Sottolineo: non è una pausa temporanea, non un'illusione di pace con cui la Russia tenta, solo per preparare una nuova fase di aggressione, ma la vera pace. So che può essere raggiunto. Ma per questo dobbiamo preservare l'unità globale e continuare a sostenere la nostra lotta per la libertà. È necessario proteggere l'onestà globale e aumentare la pressione sulla Russia per il terrore. Ed è necessario preservare la razionalità globale». Con queste parole il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è rivolto ai partecipanti al Bloomberg New Economy Forum, come riporta su Telegram.

Erdogan: Russia e Usa si asterranno dall'uso di armi nucleari

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, dopo l'incontro dei vertici delle intelligence statunitense e russa lunedì ad Ankara, ha ricevuto informazioni dal capo dell'intelligence turca che le parti si asterranno dall'uso di armi nucleari. Lo riporta Ria Novosti. Erdogan ha dichiarato di contare sulla continuazione degli incontri in Turchia dei capi dell'intelligence della federazione russa e degli Usa

Erdogan: Meloni vuole risolvere questione Samp-t

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto che l'Italia vuole risolvere in breve tempo le questioni relative a una possibile cooperazione con Turchia e Francia sul sistema missilistico Samp-t. La premier italiana Giorgia Meloni «ha detto che sono rimasti alcuni problemi tecnici, risolvendoli, Francia, Italia e Turchia in breve tempo risolveranno la questione Samp-t», ha affermato Erdogan, come riporta Anadolu, in riferimento a un colloquio avuto con Meloni durante il G20 a Bali, in Indonesia.

Erdogan ringrazia Putin per estensione dell'accordo sul grano

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha ringraziato il presidente russo Vladimir Putin per la «volontà e il contributo» all'estensione per 120 giorni dell'accordo sul grano. Lo riporta la Ria Novosti.

Kuleba sente Blinken: è dei russi la responsabilità del missile in Polonia

Il ministro degli Esteri dell'Ucraina, Dmytro Kuleba, ha detto di aver avuto stamani una conversazione telefonica con il suo omologo americano, Anthony Blinken, con il quale si è detto d'accordo che è «interamente dei russi la responsabilità del suo terrorismo missilistico e delle sue conseguenze sul territorio di Ucraina, Polonia e Moldavia». Lo scrive lo stesso Kuleba in un tweet.

Esplosioni in Crimea: colpito aeroporto russo

Sono state segnalate esplosioni nella città occupata di Dzhankoi in Crimea. Secondo media locali, è stato colpito un aeroporto russo. Ukrinform ha dichiarato che le esplosioni sono state udite nella tarda serata di ieri, citando i canali Telegram locali.

Accordo su export cereali esteso per 120 giorni

L'accordo internazionale che consente l'esportazione di cereali e altri prodotti agricoli dai porti dell'Ucraina attraverso il Mar Nero è stato prolungato di altri 120 giorni: lo fa sapere un ministro ucraino.

Raid russi su tutta l'Ucraina

Nuovi raid e bombardamenti russi hanno colpito città in tutta l'Ucraina, secondo quanto riferiscono fonti ufficiali ucraine. «Due missili da crociera sono stati abbattuti sopra a Kiev. Stiamo raccogliendo le informazioni e verificando se ci sono vittime», ha detto una fonte della capitale ucraina. Anche le autorità delle città di Dnipro e di Odessa hanno riferito di attacchi russi.

Kiev: morti 400 militari russi in un giorno

La Russia ha perso nell'ultimo giorno 400 uomini, facendo salire a 83.110 le perdite fra le file russe dal giorno dell'attacco di Mosca all'Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 83,110 uomini, 2.878 carri armati, 5.804 mezzi corazzati, 1.860 sistemi d'artiglieria, 393 lanciarazzi multipli, 209 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 278 aerei, 261 elicotteri, 4.362 autoveicoli, 16 unità navali e 1.531 droni.

Guerra in Ucraina, le notizie di oggi in diretta. Continua a tenere banco il caso del missile caduto in Polonia. Stoltenberg, il segretario generale della Nato, ha spiegato che «gli esiti preliminari delle indagini dicono che l'incidente è stato provocato da un missile ucraino di difesa anti-aerea». Quindi nessun attacco da parte della Russia alla Nato. L'Ucraina però non si fida e chiede di poter indagare in Polonia. Richiesta respinta dalla Nato che però esprime solidarietà a Kiev. Il Pentagono: «Questo tragico incidente ci ricorda ancora una volta il comportamento sconsiderato della scelta bellica della Russia. L'Ucraina ha il granitico diritto a difendersi, e noi continueremo a sostenere il popolo ucraino nella sua difesa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA