Incidente Tesla, Elon Musk: «Il pilota automatico non era in funzione»

Martedì 20 Aprile 2021
Incidente Tesla, Elon Musk: «Il pilota automatico non era in funzione»

Elon Musk non ci sta e replica alle accuse alla sua tecnologia dopo l'incidente in Texas dove sono morte due persone. A quanto pare, l'auto non aveva il pilota automatico: «I dati recuperati finora mostrano che l'Autopilot non era in funzione e che il proprietario della vettura non aveva acquistato l'opzione "Full Self-Driving". Inoltre, l'autopilota per attivarsi aveva bisogno delle linee di corsia, che questa strada non aveva», il suo tweet. Non è stata quindi, secondo l'imprenditore, la sua Tesla la responsabile dell'incidente. 

Tesla, Musk fa riaprire lo stabilimento nonostante la pandemia: 450 dipendenti positivi al Covid

Incidente in Tesla, ecco cosa è successo

Dopo l'incidente in cui una Tesla si è schiantata contro un albero prima di prendere fuoco, le attenzioni si sono subito rivolte all'autopilot della Tesla. I due passeggeri, uno di 69 e uno di 59 anni, sono morti. La Model S del 2019 viaggiava a «velocità sostenuta» intorno alle 23.15 di sabato sera quando è finita fuori strada a 50 chilometri a nord di Houston, in Texas. I due passeggeri avevano salutato pochi minuti prima le loro mogli ed erano saliti sulla vettura parlando dell'Autopilot, l'innovativa tecnologia di Tesla che consentirà in futuro una guida completamente autonoma ma che ora è limitata solo a un'assistenza al guidatore. 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA