Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

India: «Missile supersonico lanciato sul Pakistan per errore». Il governo di Delhi si scusa, ma è tensione

Venerdì 11 Marzo 2022
India: «Missile supersonico lanciato sul Pakistan per errore». Il governo di Delhi si scusa, ma è tensione

Un missile supersonico partito dall'India è stato lanciato sul Pakistan «per errore». Ad ammetterlo è stato il ministero degli Esteri indiano, che si è immediatamente scusato per l'incidente. Il missile è penetrato per ben 124 km in territorio pachistano, fortunatamente senza causare vittime umane. Il lancio del siluro, come riporta il comunicato del ministero della Difesa, «si deve a un malfunzionamento tecnico durante operazioni di manutenzione di routine». Il Pakistan questa mattina ha convocato l'ambasciatore indiano al quale ha espresso la «forte protesta di Islamabad per la flagrante violazione dello spazio aereo pachistano che contravviene a tutte le norme e ai protocolli di sicurezza internazionali».

Dai droni Bayraktar ai Peacemaker: le armi 2.0 con cui l'Ucraina sta fermando la Russia

Islamabad ha anche chiesto al governo di Delhi un'indagine trasparente sull'accaduto. La sera dell'incidente, in una conferenza stampa, il portavoce dell'esercito pachistano, il maggiore generale Babar Ifthikar, aveva detto che il missile è partito da Sirsa ed è atterrato vicino a Mian Channu, nel distretto di Khaneval, viaggiando ad un'altezza di 12.190 metri e mettendo in pericolo i voli di linea nello spazio aereo sia pachistano che indiano. «L'incidente avrebbe potuto causare un grave disastro aereo e uccidere civili», ha aggiunto il portavoce.

Ultimo aggiornamento: 12 Marzo, 00:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA