Infermiera muore due giorni dopo il vaccino anti-Covid, aveva 41 anni: «Mai avuto problemi di salute»

Martedì 5 Gennaio 2021 di Michele Galvani
Infermiera muore 2 giorni dopo essere stata vaccinata, aveva 41 anni. Il padre: «Non aveva problemi di salute». Giallo in Portogallo

Giallo in Portogallo. Un'infermiera è morta due giorni dopo aver ricevuto il vaccino anti-Covid della Pfizer. Sonia Azevedo, 41 anni, sarebbe morta improvvisamente a casa il giorno di Capodanno, esattamente 48 ore dopo aver ricevuto la prima dose. Si attende l'autopsia in queste ore ma la donna, madre di due figli (lavorava in pediatria presso l'Istituto di oncologia di Porto), non avrebbe sofferto di effetti collaterali subito dopo essere stata vaccinata.

Il padre della signora Azevedo, Abilio Azevedo, ha dichiarato al quotidiano portoghese Correio da Manha: «Mia figlia stava bene. Non aveva avuto problemi di salute. Aveva fatto il vaccino Covid-19 ma non aveva avuto alcun sintomo. Non so cosa sia successo. Voglio solo risposte. Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte». 

Vaccino, positiva dottoressa di Siracusa 6 giorni dopo la prima dose: è ricoverata. «Lo rifarei»

I datori di lavoro della vittima hanno confermato che la donna era stata vaccinata contro il coronavirus il 30 dicembre e hanno affermato di non essere stati informati di alcun «effetto indesiderato» quando ha ricevuto la dose. L'Istituto portoghese di oncologia ha dichiarato in una nota: «Per quanto riguarda la morte improvvisa di un assistente operativo dall'IPO di Porto il 1 ° gennaio 2021, il Consiglio di amministrazione conferma l'evento ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui. Indagheremo sulle circostanze che hanno portato alla sua morte».

Infermiere sopravvissuto al Covid chiede alla fidanzata Carmen di sposarlo: ecco come

Sonia aveva lavorato per più di 10 anni presso l'IPO di Porto, un'istituzione sanitaria di riferimento nazionale e internazionale nel trattamento, nella ricerca e nella cura del cancro. Viveva con la sua famiglia a Maia, vicino a Porto, ma è morta a casa del suo compagno a Trofa, mezz'ora di macchina circa dalla città portoghese. Subito dopo il vaccino, la Azevedo aveva pubblicato una foto con una mascherina e il messaggio: Covid-19, vaccinata".

Vaccino, l'infermiere americano: «Otto giorni dopo la dose sono risultato positivo al Covid»

Una figlia della signora Azevedo, Vania Figueredo, ha fatto sapere che sua madre si era lamentata solo del "normale" dolore nella zona dell'iniezione, ma per il resto «stava bene». L'infermiera era uno dei 538 lavoratori dell'IPO di Porto che hanno ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech. Il ministero della Salute portoghese è stato informato dell'accaduto e sta indagando sull'accaduto. Il Portogallo, con una popolazione di poco più di 10 milioni, ha segnalato 7.118 morti e oltre 427.000 casi. Dopo una prima ondata relativamente mite, i contagi sono aumentati nelle ultime settimane.

Il virologo Fabrizio Pregliasco, parlando a "Leggo", invita a non giungere a conclusioni affrettate: «Potrebbe essere morta per qualsiasi motivo, è necessario attendere il risultato dell'autopsia. Una situazione del genere può capitare, con l'aumento dei vaccinati può esserci una coincidenza di un decesso nei giorni successivi al vaccino, ma va certamente approfondito. Ritengo che solo le indagini che verranno fatte potranno stabilire una qualche correlazione. Attendiamo gli esami dell’autopsia ma potrebbe essere deceduta per qualsiasi motivo. Senza i risultati non si può dare una risposta - le parole dell'esperto - Io ho fatto il vaccino e sto benissimo, ho avuto solo un leggero dolore al braccio per due giorni ma non ho mai smesso di lavorare. La campagna di vaccinazione sta andando bene, dobbiamo valutare nei prossimi giorni come si sia oliato il meccanismo».

Covid, Germania: oggi 32.552 casi e quasi mille morti. Merkel: «Negazionismo crudele»

Roma, focolaio all'Umberto I: pazienti e personale positivi, tamponi giornalieri a medici e infermieri

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 04:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA