Iraq, il leader sciita Muqtada al-Sadr lascia. Assalto al palazzo del governo e violenze in tutto il Paese: coprifuoco a Baghdad

Baghdad il leader sciita Muqtada al-Sadr annuncia il ritiro: i suoi sostenitori prendono d'assalto il palazzo del governo
Baghdad il leader sciita Muqtada al-Sadr annuncia il ritiro: i suoi sostenitori prendono d'assalto il palazzo del governo
Lunedì 29 Agosto 2022, 17:05 - Ultimo agg. 18:46
3 Minuti di Lettura

Caos in Iraq dopo che il leader sciita, Muqtada al-Sadr, ha dichiarato questa mattina, tramite Twitter, l'intenzione di abbandonare la vita politica in risposta a uno stallo che si potrae da ormai 10 mesi, circa la formazione del nuovo governo di Baghdad«Avevo deciso di non interferire nelle questioni politiche, ma ora annuncio il mio completo ritiro dalla vita politica». 

L'annuncio di Sadr ha scatenato le proteste dei suoi seguaci su tutto il territorio nazionale, tanto da indurre questi a tentare l'assalto a palazzo del governo nella Capitale irachena. L'esercito è riuscito a disperdere i manifestanti (non si registrano vittime) dichiarando il coprifuoco dalle 15:30 di oggi fino a nuovo ordine.

L'Opec+ annuncia un aumento di 648mila barili al giorno a luglio e agosto

Il leader scita Moqtada al-Sadr si ritira, caos in Iraq: l'esercito annuncia il coprifuoco

I sostenitori di Sadr, erano in fase di protesta da giorni. Circa una settimana fa avevano cominciato a istituire numerosi sit-in nella "zona verde" di Baghdad, ovvero l'area sede dei ministeri e delle ambasciate estere. Tensioni che sono poi esplose nella giornata di oggi, dopo l'annuncio del leader sciita, e culminate con il tentativo di presa del palazzo del governo da parte dei suoi sostenitori. Come è stato riportato dall'emittente panaraba "al Arabiya", il premier uscente, Mustafa Kazimi, durante l'assalto al "Palazzo della Repubblica" si è rivolto personalmente a Muqtada al-Sadr chiedendogli di lanciare un appello ai suoi seguaci, mobilitati in massa a Baghdad, perché abbandonassero le porte della sede del governo. 

L'esercito iracheno ha dichiarato il coprifuoco dalle 15:30 e ha immediatamente disperso i manifestanti dalla "green zone" per evitare che la situazione precipitasse. Durante questi mesi in cui le forze politiche hanno discusso sulla formazione di un nuovo governo, Sadr ha istigato costantemente le sue "legioni" di sostenitori, che hanno dato vita a proteste il tutto il Paese. Il partito di Muqtada al-Sadr, è stato il grande vincitore annunciato delle elezioni di ottobre, a giugno era riuscito a far cadere il governo precedente ritirando tutti i suoi legislatori dal parlamento, riuscendo così a ottenere elezioni anticipate nell'autunno 2021.

I droni turchi Bayraktar TB2 che distruggono i sistemi di artiglieria russi. «Ora tutto il mondo li vuole»

© RIPRODUZIONE RISERVATA