Italia nell'E3 con Londra, Berlino e Parigi: arriva il via libera dalla Germania

Domenica 16 Febbraio 2020
L’Italia rivendica il suo ruolo quando si discute di Libia ed Iraq. Proprio per questo la prospettiva è quella che l'E3, il gruppo standard che attualmente si occupa del dossier iraniano e comprende Londra, Berlino e Parigi, venga esteso anche a Roma. «L'E3, il formato che comprende Francia, Germania e Gran Bretagna, è importante, perché, alla luce dell'uscita di Londra dall'Ue, costituisce un ponte fra Nato ed Europa. Con uno sguardo alla Libia ritengo che sarebbe importante far entrare anche l'Italia in questo format». A dichiararlo è stata la ministra della Difesa tedesca Annegret Kramp-Karrenbauer intervenendo alla conferenza sulla Sicurezza di Monaco.

«Il superamento del formato E3, inizialmente riservato a Francia, Germania e Gran Bretagna perchè circoscritto alla questione dell'accordo sul nucleare con l'Iran, è stato un tema che ho posto con chiarezza nei miei incontri con i colleghi Ministri della Difesa dei tre Paesi interessati - ha sottolineato il ministro della Difesa Lorenzo Guerini - In particolare ho avuto modo di riparlarne con la mia collega tedesca Annegret Kramp Karrenbauer anche nell'ultimo bilaterale di mercoledì sera a Bruxelles, in occasione della ministeriale Nato. Ho ribadito che quel formato applicato a Iraq e Libia, ad esempio, non può essere efficace ed è indispensabile, per affrontare davvero i problemi in quelle regioni, che si riconosca il ruolo dell'Italia. Sono molto soddisfatto che queste nostre valutazioni si stiano affermando e in questo senso valuto molto positivamente le dichiarazioni del Ministro della Difesa tedesco». © RIPRODUZIONE RISERVATA