Morto Kobe Bryant, un testimone: «Elicottero giù nella nebbia, poi è esploso»

Domenica 26 Gennaio 2020
Kobe Bryant, un testimone: «Elicottero giù nella nebbia, poi è esploso»

«Ero seduto nel mio salotto quando ho sentito il rumore delle pale dell'elicottero. Una mattina nebbiosa, con visibilità ridotta a meno di 20 metri. Ho guardato dalla finestra, ho sentito un boato, seguito da alcuni secondi di silenzio. Poi una palla di fuoco è esplosa su un lato della collina». Richard Winton, dalle pagine del Los Angeles Times, descrive l'incidente nel quale ha perso la vita Kobe Bryant.

Morto Kobe Bryant, leggenda Nba. Incidente in elicottero, a bordo una figlia e altri tre: nessuno si è salvato

«Non potevo sapere che l'elicottero trasportasse Kobe Bryant, leggenda del basket, e sua figlia. Nè potevo sapere che l'incidente avrebbe gettato nello sconforto tifosi di tutto il paese». «Con un binocolo sono riuscito a vedere il velivolo distrutto e in fiamme. Si è capito che si trattava di un elicottero, ridotto in mille pezzi sulla collina. Nei minuti successivi, sono arrivati i pompieri e mi sono avvicinato al luogo del disastro. C'erano anche altre persone».
 

In particolare, si fa riferimento al 62enne Jerry Koacharian: «Faceva un rumore strano -le parole dell'uomo- e volava molto basso. L'ho visto perdere quota mentre il motore perdeva colpi. C'era tanta nebbia».
 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio, 00:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA