La fidanzata fa un live su Facebook durante una lite, lui la uccide in diretta

Venerdì 25 Gennaio 2019 di Alessia Strinati

Uccisa dal fidanzato durante una diretta su Facebook ottiene finalmente giustizia. Rannita Williams è stata accoltellata a morte nell'aprile scorso dal fidanzato Johnathan Robinson, 37 anni. L'uomo sarebbe andato su tutte le furie vedendola in diretta su Facebook: non approvava la sua voglia di apparire e il suo desiderio di diventare famosa e l'ha ammazzata.

Tagliano la lingua del figlio di 14 mesi con le forbici: «È caduto dalla culla»

L'uomo, originario della Louisiana, ha chiesto il patteggiamento nel processo a suo carico, ammettendo di aver ucciso la sua ragazza. Questo gli consentirà di non essere condannato alla pena di morte ma dovrà comunque scontare un ergastolo. Rannita aveva iniziato a fare un live su Facebook durante una lite con il suo fidanzato, aveva deciso di raccontare cosa stava accadendo e la cosa ha particolarmente innervosito il 37enne. Lei voleva che si scusasse pubblicamente ma in tutta risposta lui ha iniziato a minacciarla, ad offenderla, fino a quando non ha preso la pistola e le ha sparato.

Le immagini sono state viste da diversi followers della donna e in breve tempo hanno fatto il giro del mondo. Robinson è stato arrestato, come riporta anche il Daily Mail, e oggi condannato. Prima di lasciare l'aula ha voluto chiedere scusa alla mamma della sua fidanzata, la quale lo ha perdonato nonostante il grande dolore per la perdita.
 

 

Ultimo aggiornamento: 21:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA