Libia, Conte convoca Gabinetto su crisi. A Tripoli migliaia in piazza contro Haftar

ARTICOLI CORRELATI
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha convocato questo pomeriggio a Palazzo Chigi un Gabinetto di crisi sulla Libia al fine di informare tutti i ministeri competenti sull'evolversi della situazione nel paese libico. Il premier, riferiscono fonti di Palazzo Chigi, ha sottolineato che il Gabinetto di crisi sarà attivo fino a quando la crisi libica non sarà rientrata. La struttura sarà a disposizione di tutti i ministeri coinvolti, viene inoltre riferito dalle stesse fonti, in modo da consentire una gestione coordinata del dossier.

Tripoli grida la sua rabbia contro il «traditore» Khalifa Haftar e la Francia, accusata di sostenere l'offensiva del maresciallo contro la capitale libica. In centinaia, migliaia secondo gli organizzatori, hanno gremito oggi piazza dei Martiri, scandendo slogan contro Haftar e innalzando cartelli contro Parigi: «Giù le mani dalle Libia», «La Francia sostiene Haftar», ha constatato l'ANSA sul posto. Poi l'appello a Bengasi: «Vi abbiamo liberato da Gheddafi, ora tocca a voi».

Conte segue da vicino e costantemente il dossier libico e continui sono i contatti dello staff diplomatico di Palazzo Chigi con gli Usa, la Francia e i principali attori internazionali. È quanto sottolineano fonti della presidenza del Consiglio al termine del vertice di Palazzo Chigi sulla Libia. Telefonata oggi tra il premier e la cancelliera Angela Merkel.

 
Venerdì 12 Aprile 2019, 20:26 - Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 10:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP