Londra, pub e bar presi d'assalto dopo la riapertura: niente mascherine né distanziamento

Domenica 5 Luglio 2020

Una vera e propria ressa, gente accalcata lungo le strade di Londra attorno ai pub e ai bar riaperti ieri dopo il lockdown, con una densità degna di nota anche in tempi pre-pandemia, sono le immagini che compaiono oggi sui media britannici e che allarmano autorità ed esperti. Tra questi il presidente della Police Federation, John Apter, secondo cui «è assolutamente chiaro» che i clienti dei locali non rispettano le regole sul distanziamento in particolare dopo l'assunzione di alcol.

La notte di bagordi è raccontata dalle foto scattate a Soho, il quartiere londinese dell'intrattenimento nel 'Super Saturday' britannico. E questo nonostante la prudenza cui aveva fatto appello alla vigilia della riapertura Chris Whitty, che guida le autorità sanitarie nel paese, ricordando che la pandemia «è tutt'altro che scomparsa», invitando a rispettare le regole sul distanziamento e sottolineando che le riaperture non sono un passo privo di rischi «per questo dobbiamo essere molto seri a riguardo».
 

 

Alcuni pub, travolti dall'eccesso di presenze e di intemperanze, hanno anticipato la chiusura.

Ultimo aggiornamento: 20:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA