Maddie McCann, l'appello della donna che ha comprato casa da Christian Brueckner: «Aiutatemi, temo di dormire sul corpo della bambina»

Venerdì 31 Luglio 2020 di Silvia Natella
Maddie, l'appello della donna che ha comprato casa da Christian Brueckner: «Aiutatemi, temo di dormire sul corpo della bambina»

Continuano le indagini sulla scomparsa della piccola Maddie McCann e il presunto coinvolgimento di Christian Brueckner. Una donna, Sabine Selling, ha chiesto alle autorità di passare al setaccio la sua proprietà per paura che nasconda il corpo della bambina scomparsa in Portogallo 13 anni fa. La donna ha comprato la terra proprio dal principale indiziato per il sequestro e l'omicidio della bambina e i suoi vicini raccontano di averlo visto scavare una buca profonda tempo fa.

«Ho comprato la terra da Christian Brueckner. Temo di poter dormire sul corpo di Madeleine McCann. C'è qualcosa che non va nella casa», ha detto la donna alla periferia di Braunschweig in Bassa Sassonia, dove in questi giorni sono in corso verifiche su un'altra proprietà in cui Brueckner è stato residente. I vicini raccontano di averlo visto scavare un bunker: «Ha messo delle assi di legno sopra la buca. Gli ci vollero due mesi per completarla. Iniziava a lavorare la mattina e finiva la sera. Fare questo lavoro lo ha messo nei guai con le autorità responsabili dei giardini». 

«Credo - ha spiegato una vicina - che la polizia arriverà presto e inizierà a scavare nel giardino alla ricerca di tracce di Madeleine McCann, proprio come hanno fatto ad Hannover. Brueckner era un uomo strano. Un giorno mi ha dato una lettera dicendo che voleva rinunciare all'assegnazione e se ne è andato il giorno successivo». 

Nel giardino di Hannover, come è trapelato dalla stampa, è stata scoperta una cantina segreta. Secondo i tabloid, gli inquirenti si sono imbattuti nei resti delle fondamenta di una casa con giardino precedentemente demolita. Tra i resti delle fondamenta sarebbe stato trovata un ambiente identificato come cantina, riferisce Bild.
 

Ultimo aggiornamento: 16:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA