Maddie McCann rapita e uccisa. I pm: «Trovato il killer, siamo sicuri al 100%»

Sabato 9 Ottobre 2021 di Chiara Bruschi
Maddie McCann rapita e uccisa. I pm: «Trovato il killer, siamo sicuri al 100%»

Il procuratore Hans Christian Wolters ne è sicuro «al 100%»: Christian Brueckner ha rapito e ucciso Madeleine McCann, la bambina inglese scomparsa a 3 anni durante una vacanza in Portogallo con la famiglia nel 2007. Brueckner, 44 anni, si trova attualmente in carcere in Germania per altri reati ma gli investigatori puntano a chiudere l’indagine a suo a carico entro il prossimo anno: «Crediamo di aver trovato l’uomo che ha rapito e ucciso vostra figlia - ha detto Wolters ai genitori Kate e Gerry McCann secondo quanto rivelato dal Daily Star».

Maddie McCann, parla l'ex di Brueckner: «Ho dormito anche io in quel camper, era ossessionato dalle ragazze giovani»

Torino, prof tenta di rapire una bimba in un bar: fermato dal titolare, rischia il linciaggio

 

Per il procuratore Maddie è sicuramente morta

 

«Abbiamo le prove per formalizzare l’accusa – ha spiegato al tabloid – ma vogliamo aspettare finché non avremo raccolto tutte il materiale possibile». Prove che tuttavia ha definito «circostanziali e non scientifiche»: non esiste la certezza che Madeleine sia morta né tracce di DNA della piccola che possano collegare il delitto al principale sospettato. Tuttavia, per il procuratore non ci sono dubbi: «Non posso dire su quali basi ipotizziamo che sia morta ma per noi non c’è altra possibilità. Non c’è alcuna speranza che sia ancora viva», ha spiegato, precisando che l’indagine continuerà «finché ci saranno piste o informazioni da seguire».

 

La scomparsa

Madeleine McCann è misteriosamente scomparsa la sera del 3 maggio 2007. In quel momento stava dormendo nella sua cameretta a piano terra nell’albergo Ocean Club di Praia Da Luz insieme ai fratellini Amelie e Sean di due anni. La madre e il padre - Kate e Gerry, due medici di Rothley, Leicestershire – stavano cenando in un ristorante che dista 60 metri insieme ad altre tre coppie di amici, anch’esse con bimbi piccoli. Dopo tante ricerche andate a vuoto – gli stessi genitori furono inclusi nella lista dei sospettati per la morte di Maddie e poi scagionati da ogni accusa - la svolta è arrivata lo scorso anno, quando è stato reso pubblico il nome del presunto colpevole di origini tedesche. A inchiodarlo ci sono l’analisi del suo telefono che dimostra la sua presenza all’Ocean Club nel momento in cui la bimba è sparita e, in aggiunta, la rivelazione di un conoscente dello stesso Brueckner, al quale quest’ultimo avrebbe confessato l’omicidio.

Video

I trascorsi di Brueckner 

Lo scorso giugno l’uomo ha scritto una lettera al tedesco Bild in cui ha definito l’indagine a suo carico «uno scandalo», si è definito innocente e un «perseguitato». Una cosa è certa: Brueckner in quegli anni viveva proprio nel paesino dell'Algarve e conduceva una vita trasandata. La polizia lo ritiene responsabile di venticinque furti nelle case vacanza di Praia da Luz ai danni, per lo più, di turisti britannici, avvenuti nel 2005. In passato è stato accusato di spaccio di droga, abusi sessuali e atti di pedofilia e attualmente sta scontando una pena di 7 anni per lo stupro di una turista americana di 72 anni risalente al 2005 sempre a Praia da Luz, dove Maddie è scomparsa diciotto mesi più tardi. Una delle teorie è che abbia deciso di rapire la bimba dopo essere entrato nella stanza per compiere un furto.

Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 07:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA