CORONAVIRUS

Mamma no vax accompagna la figlia immunodepressa a un covid party negli Usa: la ragazza muore 2 settimane dopo

Martedì 7 Luglio 2020
Mamma no vax accompagna la figlia immunodepressa a un covid party: la ragazza muore 2 settimane dopo

Mamma no vax accompagna la figlia immunodepressa a un covid party: la ragazza muore 2 settimane dopo. La grave vicenda è avvenuta negli Usa ed è stata ripresa da tutti i media locali, tra cui il Washington Post.

Secondo le ricostruzioni, Carole Brunton Davis - questo il nome della mamma sul cui profilo Facebook apparirebbero teorie cospirazioniste no vax - avrebbe accompagnato la figlia 17enne Carsyn Leigh Davis a un covid party, organizzato in una chiesa nella contea di Miami. Qui la giovane, immunodepressa e sopravvisuta a un cancro, avrebbe contratto il coronavirus. Le sue condizioni si sarebbero aggravate velocemente e la giovane sarebbe morta due settimane dopo.

Secondo quanto riportato da Rebekah Jones, ex data scientist della Florida, nel rapporto del medico legale ci sarebbe scritto che la 17enne ha partecipato a un evento in una chiesa insieme a un centinaio di persone senza mascherina e senza nessun rispetto delle norme di distanziamento sociale. La ragazza poi sarebbe stata curata dalla madre con azitromicina, un farmaco che non avrebbe nessun beneficio contro il coronavirus.

Non è tutto. I genitori avrebbero rifiutato il ricovero della figlia il 19 giugno, salvo arrendersi tre giorni dopo dinanzi alle sue gravi condizioni. Carsyn Leigh è stata intubata e i medici hanno provato a curarla con il plasma, ma le sue condizioni erano già troppo critiche. Il giorno dopo è morta.

Ultimo aggiornamento: 22:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA