Mamma partorisce i gemellini in casa e poi li uccide: «Voleva simulare una morte accidentale»

Martedì 14 Gennaio 2020 di Alessia Strinati
Ha messo al mondo i suoi due gemellini e poi li ha uccisi barbaramente. Maya Caston, 25enne di Rountree Drive, nel nord della contea di St Louis, nello stato del Missouri, ha portato a termine la sua gravidanza gemellare, ma ha poi deciso di sbarazzarsi dei suoi neonati soffoncandoli con una coperta.



La donna pare volesse simulare una morte accidentale. Dopo aver partorito i bambini in casa, voleva far credere a tutti che c'erano state delle complicanze durante il travaglio e che quindi i piccoli erano nati morti dopo aver sofferto di mancanza di ossigeno. Maya, dopo il delitto, ha chiamato la polizia, raccontando di aver avuto un parto inaspettato in casa e che i suoi bimbi, un maschio e una femmina, non ce l'avevano fatta.

La donna ha spiegato di non aver avuto il tempo di chiamare i soccorsi, ma una volta in ospedale ai bambini sono stati fatti degli esami che hanno destato subito sospetti. I medici, come riporta la stampa locale, hanno facilmente scoperto che i neonati non avevano avuto alcun problema durante il parto ma erano morti soffocati dopo la nascita. La mamma è stata arrestata con l'accusa di omicidio, ma ancora non sono note le cause del gesto, visto che in Missuri la legge consente di consegnare i figli non desiderati fino a 45 giorni dopo la nascita.  Ultimo aggiornamento: 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA