Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maradona, i figli riuniti in Argentina ma per dividersi il patrimonio di Diego

Sabato 11 Giugno 2022 di Francesco De Luca
Maradona, i figli riuniti in Argentina ma per dividersi il patrimonio di Diego

Era il sogno di Diego. Vedere i figli riuniti: Dalma e Gianinna, avute da Claudia Villafane; Diego Jr, avuto dalla napoletana Cristiana Sinagra; Jana, avuta da Valeria Sabalain e Diego Fernando avuto da Veronica Ojeda. È accaduto ma per questioni patrimoniali: la suddivisione di una parte - quella finora accertata - dell'eredità del Pibe, scomparso il 25 novembre 2020, senza avere accanto nello spoglio appartamento del Barrio San Andres a Tigre nessuno di questi figli.

L'incontro è stato rivelato dal giornalista argentino Luis Ventura ed è avvenuto a Beccar, una località in provincia di Buenos Aires, dove vi sono i container con i beni che Maradona aveva lasciato a Dubai, tra cui un prezioso anello del valore di 250mila euro che gli era stato donato dai proprietari della squadra bielorussa del Brest, di cui era stato per un breve periodo presidente. I figli e i loro legali (Diego Fernando è l'unico minore) discuteranno nel prossimo incontro fissato martedì 14 anche della destinazione dell'appartamento di Villa Devoto, dove vivevano i genitori di Maradona. È stato messo all'asta dalla casa Adrian Mercado al prezzo di 900mila dollari ma non è stato venduto. L'ipotesi è che sia ristrutturato e che ognuno dei figli di Maradona abbia un appartamento. Si era ipotizzata anche una demolizione per la cessione del terreno a fini commerciali, però questo progetto dovrebbe essere stato bloccato. In Argentina si era diffusa la voce di un interessamento della moglie di Lalo Maradona, fratello di Diego, titolare di un'agenzia immobiliare, e di Claudia Villafane, la ex moglie del Capitano. 

La parte più importante del patrimonio di Maradona, quella relativa a conti e proprietà all'estero, non è stata ancora accertata dal commissario dell'eredità, l'avvocato Sebastian Baglietto, e le rogatorie disposte dal tribunale argentino. L'avvocato Matias Morla, che aveva curato gli affari di Diego negli ultimi anni, non ha fornito la documentazione e peraltro - a quanto riferiscono in Argentina - avrebbe lasciato Buenos Aires per trasferirsi in Spagna, dove continua ad operare come manager di Sattvica SA, la società che gestisce i marchi di Maradona. 

Intanto, Diego Jr, che con la moglie e i figli è da martedì a Buenos Aires, ha assistito a una partita del Gimnasia La Plata, l'ultima squadra allenata da suo padre: i dirigenti gli hanno consegnato una maglia in quello stadio dove Maradona si fece vedere per l'ultima volta il 30 ottobre 2020, in occasione del suo sessantesimo compleanno, per una breve cerimonia organizzata dal club e dalla Federcalcio argentina. Era in pessime condizioni fisiche, faticava a camminare e a parlare, probabilmente sotto l'effetto di psicofarmaci, alcol e droghe: dopo pochi giorni sarebbe stato operato per un ematoma al cervello e il 20 novembre sarebbe morto. 

Video

Che i rapporti tra alcuni dei figli siano a dir poco formali lo ha fatto capire Diego Jr in un'intervista a Buenos Aires: «Telefonare a Dalma? E perché avrei dovuto? Quando lei è venuta a Napoli non mi ha contattato». Jana, invece, è stata invece sua ospite a Napoli. Vecchi rancori mai sopiti. D'altra parte, nelle rarissime occasioni di incontro tra i suoi figli, il Campione era costretto a dividersi tra le due ragazze e Diego Jr perché Dalma e Gianinna non volevano avere contatti con lui, benché il padre lo avesse riconosciuto con un caldissimo abbraccio sulla porta di ingresso di Villa Devoto nel 2016, quasi trent'anni dopo la sua nascita in una clinica vomerese.

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 09:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA