Maradona, la figlia Dalma torna a Napoli per un documentario sul papà

Martedì 7 Dicembre 2021 di Francesco De Luca
Maradona, la figlia Dalma torna a Napoli per un documentario sul papà

Aveva 4 anni quando lasciò Napoli. Dalma Maradona, la primogenita di Diego e Claudia Villafane, sta per tornare in città. Un viaggio nei ricordi, tra i tifosi e gli amici del padre scomparso il 25 novembre di un anno fa, per realizzare un documentario. Le riprese sono già iniziate in Argentina. Pochi giorni fa - ne ha dato notizia il quotidiano La Arena - Dalma è stata nella Pampa, nei pressi della città di Toay, dove era il ranch El Marito. Qui nella primavera del 1994 si chiusero per due settimane il preparatore Fernando Signorini e Diego in vista del Mondiale, il quarto e ultimo per il capitano della Seleccion, concluso anzitempo a causa della squalifica per doping. Un allenamento intenso, lontano da qualsiasi tentazione, sullo stile di quelli che faceva Rocky Balboa, il personaggio portato al successo sul grande schermo da Sylvester Stallone.

Dalma racconterà le voci di Napoli e farà vedere i luoghi dove il padre è ricordato, a cominciare dal murale che la ritrae con lui all'esterno del centro Paradiso di Soccavo, abbandonato dal Napoli oltre 17 anni fa. Fu realizzato poco dopo la morte del Capitano, un'immagine tenerissima.

Dalma incontrerà probabilmente il fratello Diego Jr, che Diego accolse nella famiglia Maradona soltanto pochi anni fa, e uno dei più cari amici del padre, l'avvocato Vincenzo Siniscalchi, ma non per questioni legali, perché gli eredi hanno deciso di affidarsi a un professionista romano per tutelare i loro interessi in Italia. Dalma, come la sorella Gianinna e gli altri tre eredi di Diego, era stata invitata a Napoli il 28 novembre per la cerimonia di presentazione della statua installata da Stefano Ceci all'interno dello Stadio Maradona ma aveva rifiutato perché i rapporti con l'ex rappresentante del padre, titolare dei diritti di immagine del Campione, sono tesissimi.

Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre, 22:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA