Messico, frana miniera di carbone: sette lavoratori intrappolati

Sabato 5 Giugno 2021
Messico, frana miniera di carbone: sette lavoratori intrappolati

A Muzquiz, nello stato settentrionale di Coahuila in Messico, un'alluvione ha fatto crollare una miniera di carbone: intrappolate sette persone che si trovavano all'interno in quel momento. Fonti del governo locale hanno indicato che l'incidente è avvenuto all'inizio del pomeriggio locale di ieri, quando sulla zona dove si trova la miniera imperversava il maltempo, con piogge battenti responsabili della frana che ha bloccato i minatori. Sul posto sono giunti i soccorsi che hanno cominciato a liberare dall'acqua l'ingresso della miniera con l'ausilio di pompe idrovore, accompagnate da mezzi pesanti per la rimozione di terra e detriti. La zona è stata recintata per impedire l'accesso ai curiosi mentre è stato permesso il passaggio ai familiari dei sette minatori che sono stati identificati. I media hanno ricordato che nell'ottobre scorso il sito era stato chiuso dopo un'ispezione di tecnici ministeriali che lo avevano considerato poco sicuro.

Messico, chiusa la campagna elettorale più cruenta della storia: almeno 35 candidati assassinati

L'attività è poi ripresa in marzo, dopo la realizzazione di opere di consolidamento della struttura della miniera. Il peggior disastro minerario nella storia del Messico è avvenuto il 19 febbraio 2006 con la morte di 65 persone rimaste intrappolate da esplosioni di gas grisù nella miniera di carbone "Pasta de Conchos" a Nueva Rosita, nello stesso Stato di Coahuila, dove si trova il più importante bacino carbonifero del Messico. Nonostante l'impegno dei soccorritori, in quella occasione, per la profondità dell'incidente e il crollo di varie gallerie, non fu possibile recuperare i corpi dei minatori deceduti.

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA