Guerra del miele tra Australia e Nuova Zelanda per il Manuka. Entrambi i Paesi se ne contendono l'origine

Giovedì 7 Ottobre 2021
Guerra del miele tra Australia e Nuova Zelanda per il Manuka. Entrambi i Paesi si contendono l'origine

Ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche e cicatrizzanti. Sarà forse per questo che Australia e Nuova Zelanda ne rivendicano l'origine a suon di battaglie legali. Si tratta del miele manuka: i produttori australiani di questo prodotto tentano di bloccare la procedura di trademarking avviata dalle controparti neozelandesi delle parole 'Manuka Honey'.

Pollo Arrosto Day, da domani maratona social per celebrare la ricetta preferita degli italiani

Nell'udienza di tre giorni iniziata oggi davanti a Wellington, l'Australian Manuka Honey Association sostiene che la pianta da cui il miele è tratto, il Leptospermum scoparium, è nativa dei due paesi vicini. E la parola 'manuka' è usata in Australia per descrivere la pianta e il miele sin dagli anni 1930. La New Zealand Manuka Honey Appellation Society, che chiede l'esclusività del marchio, sostiene che il suo manuka è nettamente differente dal prodotto australiano e cha la parola ha un importante significato culturale per i maori. Il miele manuka si vende per centinaia di dollari al chilo nei mercati di esportazione e ha una lunga lista di celebrità testimonial delle sue proprietà salutari. 

 

Ultimo aggiornamento: 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA