Mosca entra in lockdown “leggero” per i contagi Covid: chiudono bar, ristoranti, negozi, stadi e scuole

Contagi in crescita, record di casi e morti in Russia

Giovedì 21 Ottobre 2021
Mosca entra in lockdown leggero per i contagi Covid: chiudono bar, ristoranti, negozi, stadi e scuole

Alla fine Mosca entra in lockdown: un lockdown definito leggero, dal 28 ottobre al 7 novembre. Lo ha deciso il sindaco della capitale russa, Serghei Sobyanin, sull'onda del decreto presidenziale sui giorni non lavorativi a livello federale. «La situazione a Mosca si sta sviluppano secondo lo scenario di previsione peggiore», ha detto il sindaco sul suo sito. Dal 28 ottobre dunque chiuderanno bar, ristoranti, negozi e stadi (oltre che le scuole). I teatri e musei possono continuare a funzionare tuttavia l'accesso sarà possibile solo con un limite di pubblico del 50% e con l'uso di codici QR - il green pass russo - e mascherine protettive.

Virus, nuovi lockdown in Europa: dalla Lettonia alla Francia (e alla Russia) i Paesi a rischio

Sputnik, il governo russo ammette il flop del suo vaccino. E dal Sudafrica: «Aumenta il rischio hiv»

Il numero di vittime del Covid-19 in Russia nelle ultime 24 ore è aumentato di 1.036 rispetto ai 1.028 del giorno prima. In tutto, 227.389 pazienti sono morti per l'infezione. Si tratta di un nuovo record dall'inizio della pandemia e segna il continuo deteriorarsi della situazione in Russia. Lo riporta il centro di crisi anti-coronavirus. Secondo il centro di crisi, la letalità provvisoria della malattia (quella definitiva può essere determinata solo dopo la fine dell'epidemia) rimane al livello del 2,8%. Lo riporta la Tass.

Cosa succede nella capitale russa - A Mosca saranno inoltre vietato gli eventi di massa culturali, di intrattenimento, sportivi, pubblicitari, di spettacolo e di altro tipo, ad eccezione degli eventi tenuti per decisione delle autorità statali o in accordo con il Rospotrebnadzor, l'autorità per la Salute russa. Dall'8 novembre 2021, poi, i viaggi gratuiti sui trasporti pubblici saranno sospesi per i moscoviti anziani di età superiore ai 60 anni e per i cittadini malati cronici. Tuttavia, il blocco delle carte sociali - che danno l'accesso ai mezzi pubblici, ndr - non riguarderà i cittadini che hanno avuto il Covid-19 negli ultimi 6 mesi o che sono stati vaccinati. Lo sblocco delle carte sociali sarà effettuato immediatamente dopo la vaccinazione con la prima dose.

 

«Vi preghiamo di comprendere questa decisione: è stata adottata per salvare la vita e la salute della categoria più vulnerabile dei moscoviti», ha scritto il sindaco. Alla fine di questo periodo, i teatri e i musei continueranno a lavorare con l'uso obbligatorio dei codici QR, delle mascherine protettive e un tasso di occupazione massimo del 70%. Inoltre, sempre dall'8 novembre, verrà introdotto l'uso obbligatorio di codici QR e mascherine quando si tengono concerti, spettacoli, eventi culturali, di intrattenimento, sportivi e altri eventi con la presenza simultanea di più di 500 persone.

Ultimo aggiornamento: 13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA