Mosca, la nevicata del secolo: strade paralizzate, un morto

ARTICOLI CORRELATI
Mosca sotto la nevicata del secolo. La capitale russa è stata colpita a cavallo del fine settimana dalla tempesta di neve più massiccia «degli ultimi 100 anni». Quasi 40 centimetri di neve sono infatti caduti tra sabato e domenica paralizzando le strade di Mosca. Una persona è morta e cinque sono rimaste ferite a causa del crollo di un albero, uno dei duemila caduti in questi giorni nella regione. Oltre cento voli sono stati ritardati o cancellati dai tre aeroporti di Mosca. Il sindaco, Serghei Sobyanin, ha stabilito che non sarà obbligatorio portare oggi i ragazzi a scuola e allo stesso tempo ha esortato i moscoviti a usare i mezzi pubblici.
 
 


«Le precipitazioni del fine settimana sono state quasi il doppio degli indicatori registrati negli anni precedenti: è la nevicata più forte negli ultimi 100 anni», ha detto a RBK l'esperto del centro meteorologico Fobos Yevgeny Tishkovets. Dalle strade della città sono stati rimossi 1,2 milioni di metri cubi di neve nelle ultime 24 ore, ha reso noto il vicesindaco Pyotr Biryukov. Sono stati mobilitati i genieri dell'esercito e il reggimento Semyonovsky del distretto militare occidentale, per assistere le diverse migliaia di dipendenti del comune nel lavoro di sgombero. «È la prima volta che nevica così tanto da cento anni... fino a ora le strade sono state sgomberate, abbiamo un sacco di neve da togliere, il lavoro va avanti». L'allerta meteo prosegue anche oggi, con forti venti e pesanti nevicate previste, con altri 15-20 centimetri di neve attesi sulle strade. Nella regione di Mosca, è saltata l'elettricità in 18 distretti.
Lunedì 5 Febbraio 2018, 15:55 - Ultimo aggiornamento: 06-02-2018 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP