Nucleare, spento il più vecchio reattore della Francia nella centrale di Fessenheim

Sabato 22 Febbraio 2020
Nucleare, spento il più vecchio reattore della Francia nella centrale di Fessenheim

Il primo dei due reattori della centrale nucleare di Fessenheim, nell'est della Francia, la più vecchia del Paese ancora in attività, è stato definitivamente staccato venerdì notte dalla rete elettrica. Lo ha annunciato il gestore Edf. Si tratta delle prima tappa verso la conclusione dell'attività dell'intera centrale, costruita al confine con la Germania e non lontana dalla Svizzera nel 1977.

Crisi nucleare in Francia fa impazzire i prezzi dell'energia

Non ci sono stati gravi incidenti con gli oppositori alla chiusura della centrale, da parte soprattutto di dipendenti che minacciavano ancora ieri di disobbedire agli ordini e non applicare le procedure per il distacco del reattore. Tutto si è svolto secondo la procedura prevista. Solidale con i contestatori il sindaco di Fessenheim, secondo il quale «da domani, cominceremo ad avere gli effetti della chiusura della centrale, con abitanti che se ne andranno». Il reattore numero 2 terminerà l'attività il 30 giugno, poi entro l'estate 2023 avverrà l'evacuazione dei combustibili utilizzati. Lo smantellamento sarà completo nel 2040. Grande soddisfazione per questa «vittoria» è stata espressa dagli ecologisti per i quali la centrale di Fessenheim era diventata nel tempo il simbolo di tutti i rischi dell'atomo.

Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA