L'eruzione del vulcano sottomarino distrugge un'isola e ne genera un'altra tre volte più grande

Venerdì 8 Novembre 2019 di Marta Ferraro
L'eruzione di un vulcano crea una nuova isola
Un'eruzione vulcanica sottomarina ha distrutto un'isola e ne ha generata un'altra tre volte più grande della precedente. Lo straordinario fenomeno naturale è avvenuto nel Regno di Tonga che è composto da un arcipelago situato nell'Oceano Pacifico meridionale. I media locali ne hanno dato notizia, citando il servizio geologico del Ministero.

Mentre i resti della vecchia isola che era emersa nel 1995 sempre a seguito di un'eruzione sono stati sommersi, le immagini satellitari fornite dal Servizio geologico mostrano la nuova isola, che secondo la geologa Taaniela Kula, è larga 100 metri e lunga 400 metri. L'isola è emersa a 120 metri a ovest da quella prededente.
Tra i potenziali pericoli evidenziati dal Servizio geologico c'è lo scolorimento dell'acqua di mare, che è causato dall'emissione di gas come l'anidride solforosa, l'anidride carbonica e l'idrogeno solforato dal vulcano sottomarino.

Tonga si trova nella famosa Belt of Fire, un'area di frequente attività sismica nel Pacifico, che rappresenta circa il 90% dei terremoti del mondo. Alla fine del 2014, l'eruzione di un vulcano sottomarino ha creato un'altra isola di Tonga, che ora ospita piante e uccelli, secondo quanto racconta The Guardian. Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA