Igor Sechin, ecco il maxi-patrimonio dell'eminenza gigia del Cremlino (e fedelissimo di Putin)

Giovedì 12 Maggio 2022 di Michela Allegri
Igor Sechin, ecco il maxi-patrimonio dell'eminenza gigia del Cremlino fedelissimo di Putin

È uno degli oligarchi più ricchi, anche grazie alla fedeltà nel confronti di Vladimir Putin, rimasta incrollabile nel corso degli anni. La stampa russa lo ha soprannominato “Darth Vader”, come il guerriero jedi potentissimo, ma malvagio, di Guerre stellari. Per molti altri, Igor Sechin, il 61enne amministratore delegato del gigante petrolifero statale Rosneft, è l’eminenza grigia del Cremlino. Ma a quanto ammonta il suo immenso patrimonio? Quantificarlo è un’impresa difficile: in gran parte è schermato, come quello del presidente russo. Addirittura sembra che non esistano tracce cartacee dei suoi beni, tranne le azioni di Rosneft, visto che è quotata in borsa. A stimarle le ricchezze dell'oligarca, comunque, ci ha provato Forbes, analizzando registri pubblici, resoconti dei media, valutazioni degli yacht fornite da VesselsValue.

 

Gas e petrolio russi, piano Ue da 195 miliardi: così Bruxelles dirà addio alle importazioni

Montecatini, figlia di un oligarca russo (colpito dalle sanzioni) compra il Grand Hotel

 

Il patrimonio di Igor Sechin

Il patrimonio di Sechin è di almeno 800 milioni di dollari. Questo fino al 28 febbraio, prima delle sanzioni dell’Unione europea. Il magnate è proprietario di due yacht extra-lusso, tra i più preziosi al mondo. Il primo è “Crescent”: 135 metri per un valore di 511 milioni di dollari. A bordo dell’imbarcazione ci sono due piattaforme di atterraggio per elicotteri, un cinema, un salone di bellezza e una piscina. Poi c’è “Amore Vero”: 85 metri per 134 milioni di dollari, con una piscina che si trasforma in una piattaforma per l’atterraggio degli elicotteri. Entrambe le imbarcazioni sono state congelate, una in Spagna e l’altra in Francia. Insieme ai figli, inoltre, l’oligarca è proprietario di diversi immobili nella Rublyovka, una prestigiosa zona residenziale nella periferia occidentale di Mosca: nell’area, lussuosissima, Sechin ha iniziato a costruire una villa circondata da almeno tre ettari di terreno nel 2014, mentre i tre figli hanno acquistato più di 33mila metri quadrati di terreno. Gli immobili valgono circa 110 milioni di dollari. Sechin detiene inoltre meno dell’1% Rosneft, per un valore di circa 77 milioni.

 

 

 

Chi è Igor Sechin

Nato a San Pietroburgo, come Putin, Sechin si è laureato all’Università statale di Leningrado nel 1984. Ha poi lavorato come interprete sovietico in Angola e Mozambico durante le guerre civili ed è tornato in Russia nel 1988, come consulente per il commercio estero per l’amministrazione di San Pietroburgo. Nello stesso periodo, Putin era diventato consulente per gli affari internazionalie del sindaco Anatoly Sobchak. Entrambi si sono trasferiti a Mosca nel 1996 per lavorare nell’ufficio del presidente Boris Eltsin. Putin era poi stato nominato direttore del servizio di sicurezza federale. Diventato presidente, nel 1999, Putin ha scelto Sechin come vicecapo della sua amministrazione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA