«Papà mi costringeva a vedere film pornografici e poi mi violentava», il racconto choc di Amanda

ARTICOLI CORRELATI
di Alessia Strinati

Per anni, sin da quando era solo una bambina, è stata costretta a subire gli abusi sessuali dal padre e a vedere film pornografici. Amanda Hollis è adulta, madre di 3 bambini residente a Ohldam, Greater Manchester, ma ha voluto raccontare l'orrore vissuto quando aveva appena 4 anni.




Le violenze sono andate avanti per almeno 6 anni. La bambina, regolarmente veniva violentata dal padre che la portava in una stanza, la costringeva a vedere dei film pornografici e poi abusava di lei. Quando aveva 11 anni la madre si separò dal marito e per Amanda finì l'incubo che però è rimasto come un segno indelebile sulla sua pelle. Per anni ha taciuto quello che le era stato fatto e solo da adulta ha voluto raccontarlo, prima al marito e poi a tutto il mondo. Nel 1995 lo ha denunciato e il padre è stato arrestato e poi rilasciato su cauzione, approfittando della breve libertà è fuggito e trovato dopo 17 anni a Malaga dove viveva sotto falso nome. Oggi, come riporta anche il Sun, l'uomo sta scontando una condanna a 70 anni di carcere ma Amanda continua a rivivere l'incubo.

«All’esterno eravamo una famiglia perfetta. Quando venivo abusata non avevo alcuna possibilità di scappare dalle sue attenzioni, per questo mi disgusta che gli sia stato permesso di scappare in due occasioni», ha raccontato la donna ancora segnata dall'esperienza, «Veniva nella mia camera durante la notte e mi toccava sotto il pigiama», ricorda. 
Venerdì 12 Ottobre 2018, 17:14 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 20:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP