Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pennsylvania, Pastore metodista licenziato dopo aver celebrato le nozze del figlio gay

Venerdì 20 Dicembre 2013
Frank Schaefer
Ha perso il suo ministero il pastore che il mese scorso la chiesa metodista aveva condannato per aver celebrato le nozze gay del figlio. A Frank Schaefer, pastore di una piccola comunità rurale in Pennsylvania, era stato dato un mese di tempo, durante il quale era stato sospeso, per decidere se accettare il rispetto della dottrina della chiesa da lui violata celebrando le nozze del figlio gay nel 2007. Ma Schaefer si è presentato ieri di fronte al consiglio della chiesa affermando di non voler confermare l'obbedienza alla dottrina che rifiuta i matrimoni gay e quindi gli è stato chiesto di rinunciare al suo ministero, si legge in un comunicato del vescovo Peggy Johnson. Schaefer, che ha tre figli gay ed è diventato un attivista per i diritti dei gay all'interno della chiesa, ha detto che farà ricorso contro questa decisione.
Ultimo aggiornamento: 21:02
Potrebbe interessarti anche
caricamento