Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Petroliera russa sequestrata dalla Grecia: a bordo della Pegas 19 marinai, scorte di cibo per un mese

Martedì 19 Aprile 2022
Petroliera russa sequestrata dalla Grecia: a bordo della Pegas 19 marinai, scorte di cibo per un mese

Da lunedì 18 aprile l'Unione Europea ha chiuso i porti alle navi battenti bandiera russa, nell'ambito delle sanzioni comminate alla Russia, in relazione alla guerra cominciata lo scorso 24 febbraio. Oggi la Grecia ha fatto sapere di aver sequestrato le prime imbarcazioni. Due petroliere per la precisione. Una di queste si chiama "Pegas", è lunga 250 metri e ha a bordo 19 marinai russi. Il sequestro - è stato spiegato - riguarda la nave e non il suo carico. Dunque, non il petrolio, che però per il momento resta sulla nave.

«La nave è stata sequestrata dalle autorità greche, l'equipaggio è di 19 persone. Tutte le informazioni sono state trasferite al Ministero dei Trasporti, al Ministero degli Esteri, tutti sono impegnati. Da parte nostra, ci assicuriamo che l'equipaggio stia bene - ha detto il direttore generale di Transmorflot, l'amartore russo, Sergey Vlasenko -. L'equipaggio sta bene. Il cibo c'è, il carburante c'è, l'acqua c'è. Sono appena usciti dalla Turchia. Hanno rifornimento in cibo per un mese».

Pegas, perché è stata sequestrata 

Le due navi sono state sequestrate nel porto di Karystos Bay, precisamente nel Golfo di Petalioi. La Pegas era stata rimorchiata in Grecia il 14 aprile scorso per un guasto tecnico. La petroliera è stata acquisita dalla Russia nel 2020 e ha già cambiato nome due volte. Inizialmente era stata nominata Perun.

Porti chiusi alle navi russe, Italia capofila in Europa. Stop a legno, carta e pesce

Ucraina, Kuleba alla Nato: «Ho tre richieste: armi, armi e armi»

Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 11:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA