Pony picchiato a morte da un gruppo di adolescenti. «Un'agonia, colpito su schiena e muso»

Giovedì 2 Luglio 2020
Pony picchiato a morte da un gruppo di adolescenti. «Un'agonia, colpito su schiena e muso»

Un ente di beneficenza per animali chiede a gran voce giustizia per un pony indifeso che è morto dopo un brutale pestaggio da parte di alcuni adolescenti nel fine settimana. Martina Kenny, cofondatrice di My Lovely Horse Rescue (MLHR), ha scoperto Jenna, il piccolo pony grigio, martoriato e ferito nella zona ovest di Dublino domenica. L’animale di tre anni è stato trovato con “grumi di sangue su tutto il suo corpo” e “il viso gonfio”.

Uccide un leone, la figlia lo riconosce nella foto: «Sono disgustata, non sei più mio padre»

Jenna è stata subito portata dall’MLHR nella loro fattoria, ma ha purtroppo ha ceduto alle sue orribili ferite lunedì mattina ed è morta, riporta Dublin Live. Il pony era stato avvistato ad Adamstown, vicino al Canal Grande, da un uomo che camminava, che ha mandato un messaggio alla MLHR sabato sera.

Lyssavirus nei gatti ad Arezzo, il sindaco: «Catturare e isolare quelli con sintomatologia sospetta»
 


L'aquila cattura lo squalo e sorvola la spiaggia. Le incredibili immagini in un video

La povera Jenna è rimasta lasciata sola in un boschetto tra gli alberi vicino al canale. Tre volontari dell’MLHR si sono recati a cercare l’area esatta, ma non sono riusciti a localizzarla perché era tardi e molto buio.
Ma nelle prime ore di domenica mattina, con l’assistenza di Lucan Gardai, due volontari l’hanno trovata con la testa abbassata in modo straziante e il suo corpo in una condizione orrenda.

«Era debole, davvero molto debole», ha detto Martina. «Aveva la testa bassa. La cosa folle era che il suo viso era gonfio, il suo corpo aveva grumi e protuberanze, non tagli ma grumi. Il veterinario che la stava aspettando, ha detto che è stata picchiata con forza».

La persona che ha dato l’allarme «ha assistito all’orribile aggressione, ha detto che un ragazzino era sulla sua schiena ed era molto violento con lei. Un altro più grande, di circa 15 o 16 anni, si è avvicinato invece con qualche oggetto in mano, e ha iniziato a colpirla sulla schiena e su un fianco», racconta Martina che ora chiede a gran voce con tutti i volontari di individuare il gruppo di adolescenti. 

Aquila reale uccisa nel nido mentre cova: ambientalisti offrono mille euro di ricompensa a chi trova il cacciatore

Ultimo aggiornamento: 15:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA