Il principe Andrew accusato di aggressione sessuale: ora rischia di uscire dalla famiglia reale e di perdere i poteri militari

Giovedì 12 Agosto 2021 di L.Jatt.
Il principe Andrew rischia di uscire dalla famiglia reale

La notizia arriva come una bomba all'interno del Palazzo reale inglese. Il Principe Andrew infatti «potrebbe non tornare mai più» all’ovile reale come membro attivo della monarchia e potrebbe perdere i suoi valori militari in seguito alla decisione di Virginia Giuffre di citare in giudizio il figlio prediletto della regina per presunta aggressione sessuale quando era minorenne.

Principe Andrea, arriva la causa: «Abusò di me tre volte quando avevo 17 anni»


Dunque il duca di York, secondo figlio maschio di Elisabetta II e di Filippo di Edimburgo che occupa la nona posizione nella linea di successione al trono britannico, è stato accusato di aver aggredito sessualmente Virginia Roberts Giuffre, una delle vittime di Jeffrey Epstein, affermazione che il principe nega con veemenza. Martedì scorso la signora Giuffre ha intentato una causa civile contro il duca chiedendo danni non specificati presso un tribunale federale di New York ai sensi del Child Victims Act. La signora Giuffre sostiene nello specifico di essere stata contattata per avere rapporti sessuali con il figlio della regina quando aveva 17 anni, minorenne secondo la legge statunitense. 


Il caporedattore di Majesty Magazine, Joe Little, ha dichiarato: «L'accusa è dannosa non solo per Andrew ma per l’istituzione della monarchia stessa perché ogni sorta di accusa è stata lanciata contro l’istituzione da quando tutto questo è venuto alla luce  e la percezione è che, molto probabilmente in modo errato,  la casa Reale non prende sul serio la cosa».


Continua Little: «In termini di ruolo reale a tutti gli effetti invece, le cose cambierebbero in modo significativo per Andrew e per i Reali ed è difficile vedere come il prinsipe possa riprendere la vita come membro attivo della famiglia reale. Non riesco a pensare a nessun tipo di riabilitazione che lo riporti nella famiglia come membro attivo».
Una fonte vicina al principe Carlo ha fatto eco a questa sensazione, sostenendo che Carlo stesso non crede che ci sia «un modo per tornare alla vita pubblica» per suo fratello, il principe Andrea. Anche se la denuncia della signora Giuffre contro il principe Andrea non dovesse avere sbocchi legali, rappresenta comunque un significativo rischio per la reputazione e uno spiacevole promemoria dei legami del duca con Jeffrey Epstein, condannato per reati sessuali.

Il principe Andrew con Virginia Giuffre all'epoca dei fatti


La battaglia legale potrebbe trascinarsi per anni e rischia di mettere in ombra anche  il Queen’s Platinum Jubilee del prossimo anno. Andrew è ora a Balmoral con la regina e la sua ex moglie Sarah Ferguson mentre discutono con gli avvocati della strategia per combattere la causa. Andrew è stato definito un “illuso” dal commentatore reale Robert Jobson per aver pensato di poter tornare ai doveri reali. Parlando a Sunrise, Jobson ha affermato di ritenere che la carriera reale del principe sia ormai categoricamente finita. E ha insistito: «In termini di carriera reale, quella del principe Andrea è praticamente distrutta. C’era la speranza che se questo caso non fosse stato reso noto, in qualche modo si poteva fare qualcosa».
La signora Giuffre da parte sua descrive con precisione e dovizia di particolari di aver avuto contatti sessuali con il principe in tre occasioni: a Londra, a New York e nella residenza di Epstein alle Isole Vergini. Nelle carte, depositate presso la corte federale di Manhattan, si spiega come fu costretta a fare sesso con Andrea da Epstein e dalla sua complice Ghislaine Maxwell. Ma ognuna di queste situazioni viene negata dal principe. Parlando allo show australiano Sunrise, l’esperta reale Angella Mollard ha discusso delle opzioni disponibili per il principe Andrea a seguito della causa.
La signora Mollard ha affermato che se il Duca avesse ignorato il caso, avrebbe potuto essere costretto a fornire i dettagli del suo tabulato telefonico e altre informazioni personali. Così l'esperta reale ha evidenziato due opzioni alternative per il principe Andrea che alla fine potrebbero rivelarsi anche più dannose.
Ha detto: «Il principe Andrew potrebbe muoversi in via extragiudiziale, il che significa che effettuerebbe un pagamento alla donna che lo accusa, ma ovviamente questa sarebbe un’ammissione di colpa. L'altra opzione
sarebbe quella di ammettere il fatto e di pagare i danni.  Parlando a GB News questa mattina, la commentatrice reale Angela Levin si è chiesta se il principe Andrew sarà stato in grado di mantenere le sue cariche militari.

 

 

Molestie, Cuomo si dimette: «Lo faccio per le mie figlie»

Il principe Carlo non crede che ci sia «un modo per tornare alla vita pubblica» per il principe Andrea. Da parte sua, il commissario della Metropolitan Police ha detto che «nessuno è al di sopra della legge» quando gli è stato chiesto delle accuse di aggressione sessuale mosse contro il principe Andrea dalla presunta vittima di Jeffrey Epstein, Virginia Giuffre. 
La regina Elisabetta sta affrontando il “peggior scandalo” mai vissuto dalla famiglia reale per un’accusa di abuso sessuale mossa al suo figlio prediletto; il presentatore di GB News, Dan Wootton, ha chiesto ad un esperto reale: «Sei d’accordo che questo sia il peggior scandalo che la famiglia reale abbia mai incontrato?» 
«E’ potenzialmente il peggior scandalo», ha risposto l’esperto reale. Se il principe Andrea fosse considerato colpevole e dovesse presentarsi in tribunale... penso che sarebbe assolutamente disastroso», ha aggiunto. 

 

Ultimo aggiornamento: 20:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA