Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin e le dimissioni sospette di cinque governatori in poche ore. Ecco perché lo Zar li ha rimossi

Giovedì 12 Maggio 2022
Putin

Cinque governatori russi si sono dimessi, o hanno annunciato di non volersi candidare alle prossime elezioni, nel giro di poche ore. Scelta personale o pressioni di parte di Putin? Intanto il Cremlino ha annunciato chi li sostituirà. Il Presidente russo ha nominato nuovi funzionari ad interim nelle regioni di Tomsk, Saratov, Ryazan, Kirov e nella repubblica di Mari El, secondo i decreti pubblicati martedì sul sito web di Mosca.

Putin salta anche il galà dell'hockey: tutti i dubbi sulla salute dello Zar

Putin e il sospetto delle purghe, cosa succede

I capi delle regioni di Tomsk, Saratov, Kirov e Mari El hanno annunciato le loro immediate dimissioni dall'incarico, mentre il capo della regione di Ryazan ha dichiarato che non si candiderà per un altro mandato. Le elezioni sono previste in tutte e cinque le regioni a settembre. Sebbene i governatori regionali russi siano eletti, sono politicamente subordinati al Cremlino. Molti dei governatori uscenti rappresentano regioni in cui il blocco di governo Russia Unita ha ottenuto una debole quota di voti alle elezioni parlamentari dello scorso anno.

Zelensky a Porta a Porta: «Pronto a parlare con Putin, ma no a ultimatum e via le forze armate russe dalla nostra terra»

Mosca: «Cerchiamo alternative più giovani»

I governatori impopolari vengono regolarmente rimossi dall'incarico, spesso presentando le loro dimissioni a gruppi nei mesi primaverili. Ilya Grashchenkov, responsabile del Centro per lo sviluppo della politica regionale di Mosca, ha affermato che il Cremlino sta rimuovendo i governatori deboli in un contesto di peggioramento delle prospettive economiche del Paese, a causa delle sanzioni occidentali. Grashchenkov ha dichiarato: «È necessario ristrutturare l'economia, soprattutto in quelle regioni dove l'influenza economica occidentale è stata significativa. Questi governatori devono essere sostituiti da alternative più giovani».

 

 

Ultimo aggiornamento: 13 Maggio, 07:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA