Putin, incontro oggi a Samarcanda con il presidente turco Erdogan: «Basta egoismo economico, sanzioni illegittime»

Putin, incontro oggi a Samarcanda con il presidente turco Erdogan. Zelensky: da inizio guerra 3.800 missili russi sull'Ucraina
Putin, incontro oggi a Samarcanda con il presidente turco Erdogan. Zelensky: da inizio guerra 3.800 missili russi sull'Ucraina
Venerdì 16 Settembre 2022, 08:13 - Ultimo agg. 17:14
3 Minuti di Lettura

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha in programma oggi un incontro bilaterale con l'omologo russo Vladimir Putin, nell'ambito del vertice dell'Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (Sco), in corso da ieri a Samarcanda in Uzbekistan. Lo rende noto l'ufficio della presidenza di Ankara. Anche il presidente cinese Xi Jinping vedrà il presidente turco: lo ha annunciato la televisione di stato cinese CCTV senza ulteriori dettagli. Il presidente cinese Xi Jinping sostiene che le parti «dovrebbero consolidare la fiducia politica reciproca, rispettare i reciproci interessi fondamentali e consolidare le basi politiche delle relazioni di cooperazione strategica bilaterale». Xi, nell'incontro tenuto con Erdogan, ha indicato, nel resoconto dei media cinesi, la necessità «di cooperare sullo sviluppo e di dare pieno gioco al ruolo dei vari meccanismi possibili e dei rispettivi punti di forza».

Intervenendo al vertice, il presidente russo Putin ha affermato che tutti i Paesi devono astenersi «dall'egoismo economico e dalle sanzioni illegittime». Ciò che fa appunto, a suo giudizio, la stessa Sco. Lo riferisce la Tass. Il presidente russo ha poi salutato la nascita di «nuovi centri di potere» nel mondo. «La crescita di nuovi centri di potere che cooperano tra loro sta diventando sempre più evidente», ha affermato Putin.

Bombardamenti russi nella notte sulla regione dell'Ucraina orientale Dnipropetrovsk: «Sei bombardamenti notturni nei distretti di Nikopol e Kryvorizka. I russi hanno colpito quattro comunità con Grady e artiglieria pesante. Il più pesante è stato a Nikopol, edifici residenziali sono stati danneggiati, così come una scuola e diversi esercizi commerciali. I missili hanno causato quattro incendi poi spenti. Non ci sono vittime», ha detto il capo dell'amministrazione militare regionale Valentyn Reznichenko. Attacchi russi anche nella città dell'Est Kharkiv. «Questa notte, gli occupanti russi hanno colpito di nuovo Kharkiv. Colpi di razzi sono stati registrati dopo le 3,30 del mattino. Le comunicazioni sono state danneggiate, due adulti e due bambini sono rimasti feriti dalle schegge», ha riferito Oleg Sinegubov, capo dell'amministrazione militare regionale di Kharkiv. Lo riporta Unian.

Xi a Putin: «Lavoreremo come tra grandi potenze». Lo zar: «L'Occidente vuole un mondo unipolare»

Putin incontra Xi Jinping a Samarcanda, nel Pacifico esercitazioni militari congiunte Russia-Cina

La Russia ha lanciato oltre 3.800 missili contro l'Ucraina dall'inizio dell'invasione il 24 febbraio scorso: lo ha detto ieri sera il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sottolineando però che «nessun missile avvicinerà la Russia al suo obiettivo. Non ci sarà alcuna sottomissione dell' Ucraina. Ogni missile avvicina la Russia a un maggiore isolamento internazionale, a un maggiore degrado economico e a una condanna storica ancora più netta», ha affermato Zelensky. Lo riporta il Kyiv Independent.

© RIPRODUZIONE RISERVATA