Putin a sorpresa a Damasco, a colloquio con Assad: «Vedo segni della pace che sta tornando»

Martedì 7 Gennaio 2020
Putin a sorpresa a Damasco, a colloquio con Assad: «Vedo segni della pace che sta tornando»
Visita a sorpresa a Damasco per Vladimir Putin: il presidente russo si è recato nella capitale della Siria per incontrare il suo omologo Bashar al-Assad, secondo quanto fa sapere Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, riporta la Tass. Nel corso della loro conversazione Putin ha detto di poter «constatare con certezza che è stata percorsa un'enorme distanza sulla strada del ripristino della statalità siriana e dell'integrità territoriale del Paese».

Leggi anche > Soleimani, ressa ai funerali: 50 morti e 200 feriti

Ad accompagnare il presidente russo è una non meglio precisata «delegazione». Putin ha incontrato Assad presso il centro di comando delle truppe russe in Siria. Lì i due leader hanno ascoltato «i resoconti militari sugli sviluppi nelle varie regioni», ha aggiunto il portavoce. «Putin - prosegue Peskov - ha fatto notare che per le vie di Damasco si possono notare, ad occhio nudo, segni di una vita pacifica che sta riprendendo». Stando a Peskov, il viaggio di Putin in Siria prevede la visita «ad alcuni altri siti».



Putin ha visitato le truppe russe di stanza in Siria in occasione del Natale ortodosso: «Vladimir Putin si è diretto dall'aeroporto al comando centrale delle forze armate russe in Siria», ha detto Peskov, secondo quanto si legge sul sito Sputnik, dove ha incontrato Assad. Prima del colloquio bilaterale, i due leader hanno seguito un briefing sulla situazione militare nel Paese. Secondo quanto riporta ancora il sito di notizie russe Assad ha ringraziato Putin - che domani sarà a Istanbul per un incontro con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan - ed apprezzato l'aiuto dato dalla Russia nella lotta al terrorismo in Siria.



Secondo quanto riporta l'agenzia ufficiale siriana Sana, Putin ha anche assistito a una parata militare delle forze russe in Siria. Il presidente russo ha «percorso le strade di Damasco» nel trasferimento dall'aeroporto della capitale siriana al centro di comando delle forze russe in Siria, ha spiegato ancora Peskov. E, durante il faccia a faccia con Assad - ha aggiunto il portavoce - il leader del Cremlino ha parlato di «segni di vita pacifica evidenti per le strade di Damasco». Nel 2017 il presidente russo si era recato in visita nella base militare russa di Hmeimim.

Ultimo aggiornamento: 16:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA