LA GUERRA

Kiev: «Mosca punta a un "genocidio energetico"». Smentita l'evacuazione di massa

Ucraina, guerra in diretta. Il New York Times: «Kiev prepara l'evacuazione in caso di blackout totale»
Ucraina, guerra in diretta. Il New York Times: «Kiev prepara l'evacuazione in caso di blackout totale»
Domenica 6 Novembre 2022, 10:27 - Ultimo agg. 20:21

Kiev: i russi puntano a un genocidio energetico, ma resistiamo

«Siamo onesti: la Federazione russa sta cercando di commettere un genocidio energetico, ma Kiev e l'Ucraina resisteranno». Lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, aggiungendo che «il piano di protezione è semplice» e prevede «difesa aerea, protezione degli impianti infrastrutturali, ottimizzazione dei consumi». Podolyak ha poi spiegato che lo «Stato» ucraino «affronta efficacemente queste sfide» e che si «lavora ad una soluzione insieme ai partner».

Kiev: per ora esclusa evacuazione di massa

La situazione a Kiev è sotto controllo, e al momento non c'è motivo di considerare un'evacuazione di emergenza della popolazione della capitale ucraina. Lo ha dichiarato il capo del dipartimento di sicurezza municipale presso l'amministrazione statale della città di Kiev, Roman Tkachuk, citato da Ukrinform. «Al momento non c'è motivo di parlare di evacuazione», ha detto Tkachuk. «Il sistema di protezione civile deve essere preparato per varie opzioni, ma questo non significa che ora ci stiamo preparando a lanciare un' evacuazione. Per reagire nel modo giusto, dobbiamo avere un piano per tutti gli scenari possibili», ha aggiunto.

Esplosione al terminal petrolifero dell'oblast russo di Belgorod

Un'esplosione è stata segnalata al terminal petrolifero dell'oblast russo di Belgorod. Lo scrive il Kyiv Independent citando il governatore della regione russa, Vyacheslav Gladkov, secondo il quale il livello di allerta nella regione fino al 21 novembre è attualmente in giallo (elevato), paventando un rischio significativo di «attacchi terroristici»., Finora non sono state segnalate vittime. Il terminal petrolifero, che si trova nel villaggio di Golovchino, è in parte in fiamme.

Media russi: Diga Kakhovka colpita da razzo ucraino

I russi accusano gli ucraini di avere «danneggiato» con un razzo la diga della centrale idroelettrica di Kakhovka, nella regione di Kherson. «Sei razzi Himars sono stati usati in un attacco alle 10 di oggi. Le unità di difesa aerea hanno abbattuto cinque razzi e uno ha colpito la diga di Kakhovka, danneggiandola», ha detto ai giornalisti un rappresentante dei servizi di emergenza, riporta Interfax.

Kiev: il 40% delle infrastrutture energetiche ucraine danneggiate o distrutte

Funzionari di Kiev hanno iniziato a pianificare l'evacuazione dei circa tre milioni di residenti rimasti in città nel caso di un blackout totale nella capitale: lo scrive il New York Times, che cita un alto funzionario del governo locale. «Siamo consapevoli che se la Russia continuerà con questi attacchi, potremmo perdere l'intero sistema elettrico», ha affermato Roman Tkachuk, direttore della sicurezza del governo municipale, parlando della città. Se si dovesse arrivare a quel punto, ha aggiunto, «inizieremo a informare i cittadini e chiederemo loro di andarsene».

 

 

La situazione è già così disastrosa, commenta il New York Times, con il 40% delle infrastrutture energetiche ucraine danneggiate o distrutte, che il Comune di Kiev sta allestendo 1.000 rifugi riscaldati che possono fungere da bunker, mentre gli ingegneri cercano di riparare le centrali elettriche bombardate senza le attrezzature necessarie. Per cercare di evitare che la rete elettrica collassi completamente, l'ente nazionale ucraino per l'energia ha annunciato ieri che continuerà a imporre blackout a rotazione nella capitale e in sette regioni. Ai funzionari della capitale, prosegue il giornale, è stato detto che probabilmente sarebbero informati con un preavviso di almeno 12 ore se la rete è sull'orlo del collasso: a quel punto, ha indicato Tkachuk, «inizieremo a informare le persone e a chiedere loro di andarsene». Almeno per ora la situazione è gestibile e non ci sono indicazioni di un esodo dalla capitale, ha sottolineato l'alto funzionario. Ma la situazione cambierebbe rapidamente se i servizi che si basano sull'energia elettrica della città venissero interrotti, ha avvertito. «Se non c'è corrente, non ci saranno né acqua né fognature» funzionanti, ha spiegato: «Ecco perché attualmente il governo e l'amministrazione comunale stanno prendendo tutte le misure possibili per proteggere il nostro sistema di alimentazione». Intanto, con l'avvicinarsi dell'inverno, la città sta preparando 1.000 rifugi muniti di riscaldamento che possono essere anche usati come bunker. La maggior parte di essi si trova all'interno di strutture scolastiche, scrive il Nyt, ma le autorità hanno chiesto che la loro ubicazione precisa non venga comunicata per evitare che diventino facili bersagli. 

Le forze armate russe hanno nominato un nuovo comandante ad interim

Le forze armate russe hanno nominato un nuovo comandante ad interim del distretto militare centrale. Lo rende noto l'intelligence britannica spiegando che il generale Alxander Linkov ha preso il posto di Alexander Lapin, che è stato rimosso dall'incarico a fine ottobre. Se confermato, si tratta dell'ultima di una serie di rimozioni ai vertici militari. Dall'inizio dell'aggressione militare russa all' Ucraina sono stati sostituiti i comandanti del distretto orientale, meridionale e occidentale.

Ucraina, nuovo appello del papa

Il Papa dal Bahrein ha fatto un nuovo accorato appello per la pace in Ucraina. «Non voglio dimenticare di pregare e dire anche a voi di pregare per la martoriata Ucraina - ha detto il Papa al termine dell'incontro con i Vescovi e i sacerdoti nella Chiesa del Sacro Cuore - perché quella guerra finisca».

Missili su Zaporizhzhia, un morto

Missili su Zaporizhzhia nella notte hanno distrutto l'edificio di un'impresa commerciale e ucciso una persona. Lo riporta Ukrinform, citando Oleksandr Starukh, capo dell'amministrazione militare regionale di Zaporizhzhia.

Putin e la minaccia di attacco nucleare, la portaerei George Bush arriva in Croazia

Il New York Times: "Kiev prepara l'evacuazione in caso di blackout totale"

Funzionari di Kiev hanno iniziato a pianificare l'evacuazione dei circa tre milioni di residenti rimasti in città nel caso di un blackout totale nella capitale: lo scrive il New York Times, che cita un alto funzionario del governo locale. «Siamo consapevoli che se la Russia continuerà con questi attacchi, potremmo perdere l'intero sistema elettrico», ha affermato Roman Tkachuk, direttore della sicurezza del governo municipale, parlando della città. Se si dovesse arrivare a quel punto, ha aggiunto, «inizieremo a informare i cittadini e chiederemo loro di andarsene».

 

Guerra in Ucraina, le notizie in diretta di oggi domenica 6 novembre.

Funzionari di Kiev hanno iniziato a pianificare l'evacuazione dei circa tre milioni di residenti rimasti in città nel caso di un blackout totale nella capitale: lo scrive il New York Times

© RIPRODUZIONE RISERVATA