LA GUERRA

Ucraina, Putin esulta: «Avanziamo su tutto il fronte». Poi l'incontro con Xi: «Leader saggio e visionario»

Russia e Cina, intesa sui dossier internazionali

Ucraina, Putin esulta: «Avanziamo su tutto il fronte». Poi l'incontro con Xi: «Leader saggio e visionario»
Ucraina, Putin esulta: «Avanziamo su tutto il fronte». Poi l'incontro con Xi: «Leader saggio e visionario»
Mercoledì 15 Maggio 2024, 06:08 - Ultimo agg. 15:40

Kiev: raid russo sulla città di Dnipro, almeno due morti

Almeno due persone sono state uccise in un attacco missilistico russo su Dnipro, nell'Ucraina centro-orientale. Lo hanno riferito le autorità. «Secondo i dati preliminari, due persone sono state uccise. Ci sono feriti», ha detto il governatore della regione di Dnipropetrovsk Sergiy Lysak su Telegram, riferendo di «infrastrutture danneggiate». Un attacco ha preso di mira anche Mykolaiv, nel sud, provocando almeno cinque feriti.

Putin: l'azione militare avvicina una soluzione pacifica

Più efficacemente agiranno le forze armate russe, più presto sarà possibile risolvere «pacificamente» il conflitto in Ucraina. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin citato dall'agenzia Tass.

Putin esulta: in Ucraina avanziamo su tutto il fronte

Tutti gli obiettivi che la Russia si è posta nel suo intervento in Ucraina «si stanno realizzando». Lo ha detto il presidente, Vladimir Putin, aggiungendo che le forze di Mosca stanno avanzando quotidianamente in tutti i settori del fronte. Lo riferisce Interfax

Kiev invia rinforzi nella regione di Kharkiv

L'Ucraina ha deciso di inviare rinforzi nella regione di Kharkiv, nel nord-est del Paese, obiettivo di un nuovo attacco russo: lo ha reso noto la presidenza di Kiev. 

Mosca: conquistati altri due villaggi nella regione di Kharkiv

Le truppe russe hanno conquistato altri due villaggi nella regione ucraina di Kharkiv: Glubokoe e Lukiantsy. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca.

 

Fino a 30.000 soldati sono impegnati negli attacchi dell'esercito russo nella regione di Kharkiv

Fino a 30.000 soldati sono impegnati negli attacchi dell'esercito russo nella regione di Kharkiv, nell'Ucraina nord-orientale: lo ha reso noto il Consiglio di sicurezza di Kiev, come riporta l'Independent.

 

Mosca: massiccio attacco aereo di Kiev con droni e missili Atacms

L'Ucraina ha lanciato la notte scorsa un massiccio attacco aereo sulla città portuale di Sebastopoli, nella Crimea occupata, e su diverse regioni russe: lo ha reso noto il ministero della Difesa di Mosca, come riporta la Tass. Oltre alla Crimea, l'operazione ha interessato le regioni di Belgorod, Kursk e Bryansk ed ha coinvolto anche i missili guidati di precisione a lungo raggio Atacms forniti dagli Usa. Secondo il ministero della Difesa russo, sono stati abbattuti 10 Atacms sul territorio della Crimea e l'attacco è stato in gran parte «sventato». L'independent riporta che l'Ucraina ha utilizzato anche 17 droni kamikaze.

Biden vuole inviare missili Patriot in Ucraina

L'amministrazione Biden sta lavorando per inviare un'altra batteria di missili Patriot in Ucraina.

Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali gli Stati Uniti puntano a inviare una singola batteria insieme a dei radar.

Russia e Cina, intesa sui dossier internazionali

Russia e Cina hanno posizioni «simili o identiche su questioni chiave dell'agenda internazionale: i due Paesi sostengono il ruolo preminente del diritto internazionale e una sicurezza equa, indivisibile, globale e sostenibile sia a livello globale che regionale con il ruolo di coordinamento centrale dell'Onu». In un'intervista scritta alla Xinhua alla vigilia della sua visita in Cina, il presidente russo Vladimir Putin ha osservato che Mosca e Pechino «respingono i tentativi occidentali di imporre un ordine basato su bugie e ipocrisia, su alcune regole mitiche create da nessuno sa di chi». Invece, meccanismi multilaterali quali i Brics e l'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (Sco)« stanno unendo i Paesi del Sud globale in uno spirito di uguaglianza, apertura, trasparenza e inclusività, spingendo per riforme nel sistema di governance globale». I due schemi, «che si sono ben affermati come pilastri chiave dell'emergente ordine mondiale multipolare, possono essere citati come vividi esempi di cooperazione reciprocamente vantaggiosa. Sono diventati piattaforme internazionali affidabili e dinamiche i cui partecipanti costruiscono politiche costruttive», ha aggiunto Putin. Con l'espansione come nuovo punto di partenza, il meccanismo di cooperazione Brics, di cui Mosca ha la presidenza di turno, è entrato in una nuova era di «maggiore cooperazione» su politica e sicurezza, economia e finanza, nonché scambi interpersonali con oltre 200 eventi programmati. Putin, infine, ha parlato anche delle ambizioni russe di crescita: calcolata in base al criterio della parità del potere d'acquisto, la Russia è un'economia che è tra le prime cinque economie a livello mondiale. «Puntiamo a entrare tra le prime quattro. Sono fiducioso che metteremo in atto tutti i piani strategici che abbiamo stabilito e siamo disposti a lavorare insieme ai nostri partner in tutto il mondo, inclusa la Cina, il nostro buon vicino e amico fidato», ha concluso Putin.

 

 

Putin: cerchiamo una soluzione globale"

La Cina «comprende chiaramente» le radici della crisi ucraina e l'impatto geopolitico globale in base al suo "China's Position on the Political Settlement of the Ukraine Crisis", il documento in 12 punti di febbraio 2023. «Non ci siamo mai rifiutati di negoziare - ha detto il presidente russo Vladimir Putin in un'intervista scritta alla Xinhua alla vigilia della sua visita in Cina -. Stiamo cercando una soluzione globale, sostenibile e giusta di questo conflitto con mezzi pacifici. Siamo aperti al dialogo sull'Ucraina, ma tali negoziati devono tenere conto degli interessi di tutti i Paesi coinvolti nel conflitto, compreso il nostro»

Putin ha espresso apprezzamento per «i concetti e i suggerimenti» indicati dalla Cina a dimostrazione di un «sincero desiderio di stabilizzare la situazione». E i quattro principi per la soluzione pacifica della crisi ucraina recentemente proposti dal presidente Xi Jinping «si inseriscono perfettamente» nell'attuale scenario. «Questi passi si basano sull'idea che dobbiamo rinunciare alla 'mentalità della Guerra Freddà e garantire la sicurezza indivisibile e il rispetto del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite nella loro interezza e interrelazione», ha aggiunto il leader russo. 

 

Guerra in Ucraina, la diretta di oggi 15 maggio.

Il partenariato tra Russia e Cina «si basa sempre sull'uguaglianza e sulla fiducia reciproca, sul rispetto della sovranità e sulla considerazione degli interessi reciproci. Il presidente Xi Jinping, un leader saggio e visionario, svolge un ruolo speciale e di primo piano nello sviluppo delle relazioni bilaterali». In un'intervista scritta alla Xinhua alla vigilia della sua visita in Cina, il presidente russo Vladimir Putin ha ricordato che con Xi «ci siamo incontrati per la prima volta a marzo 2010 e da allora ci vediamo e ci chiamiamo regolarmente.

Russia, nuovo simbolo su tank e blindati vicino a Kharkiv: cosa significa e perché preoccupa l'Ucraina

© RIPRODUZIONE RISERVATA