Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Harnaam Kaur, la ragazza con la barba, si racconta: «Sono arrivata a farmi del male»

Domenica 30 Settembre 2018 di Valeria Arnaldi
Harnaam Kaur
ROMA - Harnaam Kaur, la “ragazza con la barba” come è stata ribattezzata la giovane modella barbuta, racconta a Domenica Live la sua storia, partendo da quando, a 12 anni, le è stata diagnosticata la malattia.



«Ho la sindrome dell’ovaio policistico che causa la crescita di peluria sulla pelle. Non ho saputo di avere quella peluria fino a quando i miei compagni non hanno cominciato a prendermi in giro. Sono tornata a casa e mi sono guardata, per me era naturale, ho cominciato a radermi per le pressioni. Cercavo di togliermeli con la ceretta, con il filo, il laser no perché ero troppo giovane. Poi, cresciuta, ho provato anche con il laser. A un certo punto, ho deciso di tenerla».

Vittima di bullismo per anni, la giovane è stata maltrattata e ha vissuto momenti di profonda disperazione, arrivando  a farsi del male.
«Odiavo il mio aspetto. Crescendo, ho capito che il mio corpo lottava per sopravvivere e adesso ho compreso che non devo conformarmi a niente, mi amo così come sono. Concentriamoci però sul messaggio che posso dare. Il mio lavoro è dimostrare che essere diversi si può fare, avere una barba come donna va bene».

Viene mostrato un video in cui Harnaam Kaur va in giro per la città.
«Il nostro fisico non dovrebbe mai fermarci dal perseguire i nostri obiettivi. Ci sono ancora persone che mi offendono. Avevo molta ansia prima di girare il video, non so mai come sono le persone. Non mi offendo facilmente, quando le persone non mi rispettano oppure mi dicono di vestirmi però accade. Io sono forte, non devo essere trattata diversamente. Tutti i giorni però mi guardano, mi chiedono foto».
Ultimo aggiornamento: 20:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA