Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rapite, violentate e costrette ad abortire dai soldati dell'esercito di Putin: la denuncia di due adolescenti

Venerdì 8 Luglio 2022
Rapite, violentate e costrette ad abortire dai soldati dell'esercito di Putin: la denuncia di due adolescenti

Un'adolescente africana sopravvissuta a un massacro in un villaggio orientale della Repubblica Centrafricana ha recentemente descritto i presunti abusi e gli stupri subiti per mano dell'esercito privato del presidente russo Vladimir Putin. Secondo The Daily Beast, il 16 gennaio, un gruppo di mercenari russi armati è entrato, ha aperto il fuoco e ha bruciato case nel villaggio orientale di Aïgbado, uccidendo più di 70 persone e lasciando centinaia di senzatetto, tra cui la sedicenne Beatrice.

Mosca allarga la guerra, attacchi a Nord e Ovest. Putin: daremo missili Iskander-M alla Bielorussia

Il rapporto affermava che i residenti sopravvissuti al massacro erano fuggiti in un vicino campo profughi. I mercenari russi ritenuti assoldati dal Gruppo Wagner li seguirono, li costrinsero a rimanere nel campo contro la loro volontà e violentarono ripetutamente le donne. «Per noi era come vivere all'inferno. Continuavamo a supplicarli di avere pietà di noi ma non ci ascoltavano. Ci hanno fatto sanguinare», ha raccontato Beatrice in un'intervista alla testata. «Le donne sono state trattate peggio di no. Non solo sono state abusate sessualmente, ma sono state picchiate regolarmente senza motivo».  La ragazza ha detto che i russi in seguito hanno portato lei e altre cinque ragazze nella città di Bouar, dove sono state ulteriormente maltrattate e violentate. Ha aggiunto che sono state portate in una stanza vuota dove alcuni soldati hanno guardato mentre i loro colleghi, a turno, violentavano le ragazze.  «Ci hanno tenute lì per settimane», ha raccontato Ella, un'altra sopravvissuta di 16 anni. «Se una ragazza rimaneva incinta arrivava un dottore per farle abortire». Ho visto farlo a tre ragazze».

Ucraina, morti 20 generali russi e 15 mercenari Wagner

Si ritiene che il famigerato gruppo Wagner, spesso chiamato "l'esercito ombra di Putin", sia stato fondato da un ex ufficiale dell'esercito russo di 51 anni e veterano di guerra ceceno, Dmitri Utkin. Si ritiene che il gruppo sia anche collegato a Yevgeny Prigozhin, uno dei più stretti collaboratori di Putin, secondo un'indagine della BBC . Il gruppo Wagner è salito alla ribalta per la prima volta nel 2014 quando si è unito alla Russia nell'annessione della Crimea. I mercenari hanno anche prestato servizio a lungo in altri luoghi, inclusa la guerra in Ucraina, dove sono stati accusati di aver commesso crimini di guerra.

Ultimo aggiornamento: 11:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA