Nudi, sporchi e abbandonati al loro destino in corridoio: il reparto Covid choc in Romania

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Simone Pierini
Nudi, buttati nel corridoio e abbandonati al proprio destino in condizioni fatiscenti: il reparto Covid choc in Romania

Un'immagine indegna per un Paese dell'Unione europea. Le foto che hanno iniziato a circolare sui social - poi confermate anche dall'istituzioni governative - dell'ospedale di Resita in Romania sono indecorose di una società moderna. Un vero e proprio scandalo che evidenzia lo stato di abbandono del reparto Covid con i pazienti lasciati al loro destino, in condizioni fatiscenti. Nudi, buttati per terra in corridoio con servizi igienici che non meritano commenti. 

 

 

 

L'ospedale di Resita, una cittadina nell'ovest della Romania, si trova a pochi chilometri da Timisoara e dal confine con la Serbia. Le foto dal nosocomio, che lasciano davvero l'amaro in bocca - sono state pubblicate sui social media e hanno costretto ad uscire allo scoperto il prima il direttore della struttura e subito dopo il ministero della Salute.

 

Alina Stancovici, che del nosocomio è la dirigente, ha ammesso che le immagini girate sulla rete corrispondono alla verità e subito dopo questa dichiarazione è intervenuto il ministro Nelu Tataru che ha disposto un'inchiesta urgente. La Romania, con i suoi 484.550 casi (4.916 nelle ultime 24 ore) e 11.665 decessi (135 nell'ultimo bollettino ufficiale di oggi) dall'inizio della pandemia, è il Paese balcanico più colpito dal Covid. 

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA