Borat 2, imbarazzo per Rudy Giuliani: sul set incontro (inappropriato) con una finta giornalista

Mercoledì 21 Ottobre 2020 di Anna Guaita

Si sdraia sul letto, si slaccia i pantaloni, infila le mani nelle parti intime. Cosa stia per fare Rudy Giuliani è ovvio: si prepara ad avere un incontro sessuale con una giovane che lui crede essere una giornalista. Il “fattaccio” in realtà non avviene. La scena è interrotta dall’improvviso entrare nella camera del regista Sacha Baron Cohen, che grida: "Fermati, ha solo 15 anni... è troppo vecchia per te".

Donald Trump: «Stanchi del covid e dell'idiota Fauci. Se vince Biden salta anche il Natale»

 

Giuliani è stato vittima di una orrenda beffa: l’intervista a cui aveva acconsentito, che si era conclusa con la visita alla camera d’albergo cosparsa di telecamere nascoste era in realtà segretamente parte del nuovo film del comico-regista già autore del famosissimo film satirico “Borat” del 2006. Le scene imbarazzanti che oscureranno ancora di più la stella una volta lucente dell’ex sindaco di New York saranno visibili in streaming da venerdì da tutti gli americani su Amazon, nel film “Borat 2”. Questo nuovo film è dichiaratamente una satira anti-Trump, e non un caso che Cohen abbia fatto sì che compaia pochi giorni prima delle elezioni.

Il titolo, in un inglese approssimato e comico è: Borat: Gift of Pornographic Monkey to Vice Premiere Mikhael Pence to Make Benefit Recently Diminished Nation of Kazakhstan (Possiamo tradurlo circa così: Borat: Regalo di scimmia pornografica al Vice premier Mikhael Pence per fare beneficio a nazione di Kazakistanh recentemente impoverita).

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 11:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA