Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I russi contro Netflix: «Ridateci film e serie tv». Causa da 60 milioni di rubli per aver lasciato il mercato

Mercoledì 13 Aprile 2022
I russi fanno causa a Netflix: «Ridateci film e serie tv». Causa da 60 milioni di rubli per aver lasciato il mercato

C'è anche Netflix nel lungo elenco delle aziende che ha deciso di abbandonare la Russia in seguito all’esplosione della guerra in Ucraina. Da più di un mese infatti il servizio di streaming non è più accessibile nel paese. A seguito della decisione della società statunitense, un gruppo di utenti ha quindi scelto di riunirsi e lanciare una class action, mettendo nel mirino i vertici della piattaforma. Chiesto un totale pari a 60 milioni di rubli (circa 685.000 euro al cambio attuale) come risarcimento. A riportare la notizia è l’agenzia Reuters. 

Non solo Netflix

Oltre a Netflix, sono tantissime le aziende che hanno deciso di abbandonare la Russia in seguito alla sua invasione in Ucraina. Tra i più grandi colossi operanti anche nel mercato russo, hanno deciso di chiudere i battenti sospendendo le attività anche Coca Cola, Mc Donald’s, Apple, Nike, H&M, Ikea, Visa, Mastercard. Queste alcuni dei principali colossi che hanno deciso di lasciare la Russia. Tra le aziende tech, hanno preso provvedimenti bloccando i canali di informazione anche Meta (cui fanno capo Facebook, Instagram, WhatsApp, Messenger) e Twitter.

Ultimo aggiornamento: 19:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA