Russia, killer da remoto: da chi e come vengono diretti i missili russi verso gli obiettivi

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani Volker Türk considera gli attacchi missilistici come crimini di guerra

Dopo l attacco missilistico che ha colpito la cittadina polacca di Przewodów
Dopo l’attacco missilistico che ha colpito la cittadina polacca di Przewodów
di Mattia Ronsisvalle
Giovedì 17 Novembre 2022, 20:00
5 Minuti di Lettura

Dopo l’attacco missilistico che ha colpito l’impianto di cereali della cittadina polacca di Przewodów sono arrivati segnali distensivi da parte della Polonia di Duda e degli Stati Uniti di Biden: l’attacco non dovrebbe essere partito dalla Russia ma dai missili difensivi dell’Ucraina che cercavano di colpire quelli russi dopo il bombardamento iniziato negli scorsi giorni e che ha centrato le città ucraine di Kiev, Leopoli e Kharkhiv.

Un caso che ha catturato l'attenzione (e la preoccupazione) non solo dei leader mondiali ma anche dei comuni cittadini. Se è confermato che l'attacco missilistico non proviene da Mosca, ora la domanda è: da chi e come vengono diretti i missili russi?
 

L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani Volker Türk considera gli attacchi missilistici come crimini di guerra. Gli attacchi con razzi «di alta precisione» contro strutture residenziali si sono verificati frequentemente nel corso nel conflitto russo-ucraino. Finora non si sapeva chi scegliesse esattamente i bersagli civili per questi missili, ma ora emergono nuovi dettagli.

Che tipo di missili vengono lanciati contro le città ucraine?

La Russia ha cercato di sviluppare moderne armi di precisione a lungo raggio fin dagli anni '90, ma solo negli ultimi anni è riuscita a mettere in servizio missili da crociera in grado di colpire in massa obiettivi dietro le linee nemiche da distanze di sicurezza. I principali tipi di armi di questo tipo sono:
- il missile da crociera 9M728 (R-500) per i sistemi Iskander basati a terra
- -il missile da crociera 3M-14 della famiglia Kalibr, basato sul mare
- il missile da crociera aria-terra Kh-101, lanciato per via aerea
Le informazioni sull'uso di questi missili indicano che la loro «alta precisione» non è sempre veritiera: molto spesso un missile di questo tipo manca il bersaglio, oppure si verificano guasti tecnici o malfunzionamenti che ne provocano la caduta - come potrebbe essere successo in Polonia.

Partiamo dalle tipologie di lancio. Ce ne sono diverse: alcuni missili vengono lanciati dal mare, altri da terra e persino in aria. Il Cremlino li definisce armi di «alta precisione» che colpiscono solo obiettivi di importanza militare. Tuttavia, fin dall'inizio dell'invasione russa, i missili da crociera a lungo raggio hanno ripetutamente distrutto infrastrutture civili, causando danni e morti a migliaia di civili: o questi missili non hanno seguito la traiettoria di volo pre-programmata, o il dispositivo di puntamento si è basato su informazioni inaffidabili oppure il vero obiettivo del Cremlino era quello di colpire i civili.

In ogni caso, i responsabili erano ben consapevoli delle conseguenze delle loro azioni.

Chi sono i responsabili?

Sembrerebbe che esista un'ente delle Forze armate russe responsabile del puntamento e del calcolo delle traiettorie di volo dei missili guidati. I canali d’informazione Der Spiegel, The Insider e Bellingcat riportano l’esistenza di un'unità segreta all'interno del Main computer center (Centro di calcolo principale, ndr.) delle Forze armate russe che determina funzioni e traiettorie di volo per i missili di precisione.
Dietro i lanci missilistici ci sarebbero più di 30 gli ingegneri militari, la maggior parte dei quali sono giovani uomini e donne con una formazione in informatica e persino nello sviluppo di giochi per computer. I loro tabulati telefonici, abbinati alle date dei bombardamenti, confermano il loro coinvolgimento nell'uccisione di civili ucraini.
Insomma, «la banalità del male» di Hanna Arendt non sembra così lontana dai giorni nostri.

The Insider ha analizzato i dati relativi a migliaia di diplomati dei principali istituti militari russi specializzati in missili e designazione dei bersagli - in particolare, l'Accademia militare delle forze missilistiche strategiche vicino a Mosca e l'Istituto di ingegneria navale di San Pietroburgo.
Alcuni di loro, dopo la laurea, sono entrati a far parte del Centro di calcolo principale (Ccp) delle Forze armate - luogo adatto per calcolare le traiettorie dei missili guidati.
Anche se non ci sono molte informazioni sul Ccp nelle fonti consultabili è da notare che tutti gli specialisti missilistici che sono entrati a far parte del Centro sono registrati come residenti e lavoratori in via Znamenka 19 a Mosca, ovvero l'indirizzo ufficiale dello Stato Maggiore delle Forze Armate russe.



Der Spiegel scrive di aver esaminato i registri delle telefonate del maggiore generale e responsabile del Centro di calcolo principale Robert Baranov, capo del Ccp, dal 24 febbraio alla fine di aprile 2022: ogni volta, prima del lancio di un missile da crociera ha ricevuto una chiamata da un numero appartiene al colonnello, e responsabile dell’unità, Igor Bagnyuk, registrato allo stesso indirizzo degli altri ufficiali noti del Ccp - il 19 Znamenka Street.
Sarebbero 33 gli ingegneri militari che lavoravano con il colonnello Bagnyuk. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA