Sagrada Familia, completata la costruzione della Torre di Maria con una stella di 7 metri

Martedì 30 Novembre 2021
credits@ Cesar Augusto Rangel, dalla pagina Facebook de La Vanguardia

Natale è una festa che dovrebbe unire piuttosto che dividere. È di ieri la notizia sulle nuove linee guida per la comunicazione della Commissione Union of Equality di Bruxelles, secondo cui, tra le altre cose, vanno evitate espressioni che urtino la sensibilità di persone di diverso credo o fede, specialmente a ridosso delle festività principali (Natale incluso, per l'appunto). Soprattutto, nel nuovo documento (poi prontamente ritirato) è stata sottolineata l'importanza di usare un linguaggio non legato al genere né all'identità del soggetto, in fede ai principi dell'uguaglianza e della dignità della persona (basi fondamentali del diritto comunitario e di ogni costituzione nei vari paesi europei). 

In questo grande polverone mediatico legato a nomi propri e festività, tuttavia, c'è un paese che rimane saldamente ed orgogliosamente fermo alle proprie tradizioni religiose: la Spagna. Arriva infatti da Barcellona la notizia del completamento della costruzione della Torre di Maria, una delle torri che compongono la basilica della Sagrada Familia, opera iniziata alla fine dell’Ottocento dall’architetto Antoni Gaudí e ad oggi non ancora finita. La torre, di 127 metri, ora è coronata da una stella a 12 punte, uno dei simboli legati alla madre di Cristo, Maria.

Secondo quanto riportato dal quotidiano locale La Vanguardia, la torre e la stella renderanno lo skyline della città catalana ancora più memorabile e luminoso. Nello specifico, la stella è un imponente pezzo di acciaio e vetro a forma di dodecaedro di 5,5 tonnellate e 7,5 metri di diametro, e con cui termina la costruzione del pinnacolo della Torre di Maria, la quale, con i suoi 138 metri di altezza, è attualmente la più alta delle torri della celebre basilica spagnola. 

I poderosi lavori, terminati nella mattinata di ieri, sono stati minacciati solo dal tempo poco favorevole. Nonostante l'alba chiara, i tecnici hanno infatti preferito aspettare che il vento calmasse completamente per procedere con le operazioni. Pochi minuti prima delle nove del mattino la gru principale si è girata per procedere all'ancoraggio della stella, situata all'angolo tra Calle Provença e Calle Marina, e iniziare la sua salita. 

Il prossimo passo sarà l'illuminazione della stella, prevista per il giorno dell'Immacolata Concezione. A partire da quella data la stella e l'intera torre di Maria, con le sue 800 finestre, saranno accese tutte le sere. Una folla di più di cento persone ha seguito dalla strada l'intero processo, un momento assolutamente storico nel percorso di costruzione della basilica - i cui lavori, ostacolati anche dall'emergenza Covid, dovrebbero finalmente terminare nel 2026, secondo l'Ansa - culminato poi in un applauso spontaneo. 

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 12:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA